24Marzo.it
24marzo Onlus
Chi siamo
Statuto
Attivitā 2019
Attivitā 2018
Attivitā 2017
Attivitā 2016
Attivitā 2015
Attivitā 2014
Attivitā 2013
Attivitā 2012
Attivitā 2011


Processi in corso
Appello CONDOR
Sentenza CONDOR
Processo CONDOR
Vittime, avvocati e imputati
Preliminari CONDOR
Processo MALATTO

Processi 1999-2011
Processo PODLECH
Processo MASSERA
Preliminari MASSERA
Comitato MASSERA
Cassazione ESMA
Appello ESMA
Processo ESMA
Processo RIVEROS
Padre TEDESCHI

Con "Abuelas de Plaza de Mayo"
Uffici, telefoni, indirizzi
Promotori ed aderenti
Film "La vida de Estela"

Arte e Memoria
"IDENTIDAD DESAPARECIDA"
"AUSENCIAS"
"DISEGNI SUI GIORNALI"
"AYOTZINAPA"

24marzo Edizioni
"ESTELA", biografia di E.Carlotto
"Note a margine..."
"I ragazzi dell'esilio"
"Una voce argentina..."
"Buscando a Manuel"
"Il silenzio sopra le parole"
Catalogo
E-book
Distribuzione
"Vite senza corpi"


Log In
Username

Password





News RIVEROS

Stato


II° Corte d'Assise di Roma

Sentenza 6 dicembre 2000

Corte d'Appello di Roma
Sentenza 17 marzo 2003

Suprema Corte di Cassazione
Sentenza 28 aprile 2004


Udienze dibattimentali

Il dibattimento si č svolto presso l'Aula Bunker del Carcere di Rebibbia, sede della 2° Corte di Assise di Roma, tra il 19.10.1999 ed il 6.12.2000. Pubblichiamo in formato HTML tutti i verbali d'udienza ed in particolare le singole dichiarazioni testimoniali.

Vittime

Mario Marras, assassinato il 22 maggio 1976 nell'isola Paicarabi del delta del Paranā;

Martino Mastinu, sequestrato da personale in servizio presso la Prefetura di Tigre, il 7 luglio 1976 a San Fernando, č consegnato a militari dell'esercito del Comando di Zona 4 "Campo de Mayo" dove venne successivamente assassinato;

Laura Estela Carlotto, sequestrata il 26 novembre 1977 a Buenos Aires da persone rimaste sconosciute e internata nel campo di concentramento clandestino "La Cacha" fino al 25 agosto 1978, giorno in cui veniva assassinata simulando un finto conflitto a fuoco con i militari per non essersi fermata ad un posto di blocco;

Guido Carlotto, neonato sottrato alla propria madre Laura Estela Carlotto che l'aveva partorito nell'ospedale militare di Buenos Aires il 26 giugno 1978, mentre si trovava internata nel campo di concentramento clandestino "La Cacha" di La Plata, privandolo della sua libertā personale fino a tutt'oggi;

Norberto Julio Morresi, sequestrato il 23 aprile 1976, insieme a Luis Roberto Mario, da persone rimaste sconosciute, mentre si stava recando a consegnare nelle edicole copie del giornale "Evita Montonera", considerato sovversivo, e subito dopo fucilato alla periferia di Buenos Aires;

Pedro Luis Mazzocchi, sequestrato da persone rimaste sconosciute il 30 luglio 1977, presso la base aerea di Tandil, dove prestava servizio di leva, internato nel campo clandestino "La Cacha" fino all'11 novembre 1977 e successivamente ucciso il 23 novembre 1977, simulando un finto conflitto a fuoco con i militari della 1Ē Brigata aerea;

Luis Alberto Fabbri, sequestrato il 19 aprile 1977 nella cittā di Buenos Aires da persone rimaste sconosciute, internato nel campo clandestino "El Vesubio" fino al 23 maggio 1977 e successivamente assassinato il 24 maggio 1977, simulando un finto conflitto a fuoco con le forze di sicurezza;

Daniel Jesus Ciuffo, sequestrato e internato a Buenos Aires nel centro clandestino "El Vesubio" fino al 23 maggio 1977, successivamente assassinato il 24 maggio 1977, simulando un finto conflitto a fuoco con le forze di sicurezza.

Condanne

Juan Carlos Gerardi, condannato alla pena di anni ventiquattro di reclusione, attualmente č libero;

Josč Luis Porchetto, condannato alla pena di anni ventiquattro di reclusione, attualmente č libero;

Alejandro Puertas, condannato alla pena di anni ventiquattro di reclusione, attualmente č libero;

Héctor Omar Maldonado, condannato alla pena di anni ventiquattro di reclusione, attualmente č libero;

Roberto Julio Rossin, condannato alla pena di anni ventiquattro di reclusione, attualmente č libero;

Santiago Omar Riveros, condannato alla pena dell'ergastolo con isolamento diurno per un anno e sei mesi, attualmente č agli arresti domiciliari in attesa di giudizio;

Carlos Guillermo Suarez Mason, condannato alla pena dell'ergastolo con isolamento diurno per tre anni, č deceduto il 21.6.2005 (senza aver ricevuto alcuna condanna in Argentina).

Il processo Mastinu in Argentina
PNA

Causa 4012 "Campo de Mayo"

Caso Nē 135:
- MASTINÚ Martín y MASTINÚ de MARRAS, Santina

Carlos Guillermo Suārez Mason č morto il 21.6.2005

Nato il 2 gennaio 1924, Carlos Guillermo ...


Normativa applicata



 Versione stampabile


Diritti umani in Argentina
Organismi storici
- Madres
- Abuelas
- Familiares
- M.E.D.H.
- C.E.L.S.
- A.P.D.H.
- Liga
- Serpaj


Processo Mastinu in Argentina

Cerca