24Marzo.it
24marzo Onlus
Chi siamo
Statuto
Attività 2019
Attività 2018
Attività 2017
Attività 2016
Attività 2015
Attività 2014
Attività 2013
Attività 2012
Attività 2011


Processi in corso
Appello CONDOR
Sentenza CONDOR
Processo CONDOR
Vittime, avvocati e imputati
Preliminari CONDOR
Processo MALATTO

Processi 1999-2011
Processo PODLECH
Processo MASSERA
Preliminari MASSERA
Comitato MASSERA
Cassazione ESMA
Appello ESMA
Processo ESMA
Processo RIVEROS
Padre TEDESCHI

Con "Abuelas de Plaza de Mayo"
Uffici, telefoni, indirizzi
Promotori ed aderenti
Film "La vida de Estela"

Arte e Memoria
"IDENTIDAD DESAPARECIDA"
"AUSENCIAS"
"DISEGNI SUI GIORNALI"
"AYOTZINAPA"

24marzo Edizioni
"ESTELA", biografia di E.Carlotto
"Note a margine..."
"I ragazzi dell'esilio"
"Una voce argentina..."
"Buscando a Manuel"
"Il silenzio sopra le parole"
Catalogo
E-book
Distribuzione
"Vite senza corpi"


Log In
Username

Password





13.6.2000 - Angel Papalia

Stato

Presidente: MARIO D'ANDRIA
Giudice a Latere: STEFANO PETITTI
Pubblico Ministero: FRANCESCO CAPORALE
Cancelleria: ORIETTA CALIANDRO

UDIENZA DEL 13.6.2000
Esame del teste: ANGEL CARMELO PAPALIA


PRESIDENTE: può leggere quella dichiarazione?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

PRESIDENTE: se vuole impegnarsi a dire la verità.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: mi impegno.

PRESIDENTE: se può dare le sue generalità.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: ANGEL CARMELO PAPALIA. (...).

INTERPRETE: sono nato in BUENOS AIRES.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: il 21 dicembre 1941.

PRESIDENTE: è stato indicato dal Pubblico Ministero.

P.M.: sì, Dottor PAPALIA lei è stato Giudice al Tribunale di SAN ISIDRO e negli anni tra l'84 e l'86 ha svolto delle indagini in relazione vedo qui titolo della causa MARTINU MASTINU vittima di privazione illegale della libertà, quindi ha svolto indagini sul sequestro di MARTINU MASTINU e anche credo indirettamente sull'omicidio di MARIO MARRAS.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì.

P.M.: io vorrei sapere da lei Dottor PAPALIA come si sono sviluppate queste indagini?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: a partire dall'anno 1984.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e sono stato titolare del Tribunale Penale numero 12.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: del di...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...del Dipartimento Giudiziario di SAN ISIDRO, provincia di BUENOS AIRES.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: nel 1984.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: mi vengono dati degli atti da parte di un Giudice di (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che era di un'altra giurisdizione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che era in relazione alla scomparsa di MARTINU MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: presso il mio Tribunale era stata archiviata una causa in cui la vittima era MARTINU MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora iniziata nel 1977?

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì, nel 1977 e chiusa nel millenovecento... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e chiusa provvisoriamente, non era archiviata.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e il reato era privazione illegale della libertà.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: essendo il reato un delitto permanente io ero abilitato a seguire, a continuare le indagini.

P.M.: quali furono i primi testi che lei sentì?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, ho sentito come primo testimone il Signor JUAN MASTINU che era il padre di MARTINU MASTINU.

P.M.: può riassumerci cosa ebbe a dichiararle JUAN MASTINU in relazione alla scomparsa del figlio?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, il Signor MASTINU fece riferimento al fatto che suo figlio era stato sequestrato da un gruppo di persone.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: nel 1976.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ma la cosa importante che disse JUAN MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: fu il fatto che lui mi riferì che sua figlia, che la SANTINA MASTINU aveva conoscenza di questi fatti.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: pertanto furono prese, raccolte le deposizioni di SANTINA MASTINU che fece una relazione...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e la quale riferì...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...come anche già aveva riferito JUAN MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che una delle persone che sarebbe... sarebbe intervenuta nel fatto.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e nel sequestro di suo fratello.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: era un tale PORCETTO o PORCHETTO. (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che era stato un impiegato dei Cantieri "ASTARSA"...

P.M.: questo... mi scusi Dottor PAPALIA, questa circostanza in quale contesto le venne riferita?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: nella...

P.M.: sì, ma...

INTERPRETE: ...dichiarazioni testimoniale di SANTINA MASTINU.

P.M.: sì, questo lo abbiamo capito.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: questo PORCHETTO dopo e... è passato come marinaio nella Prefettura Marina.

P.M.: ecco ma il nome di PORCHETTO, che vedo pronunciate come...

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

P.M.: ...argentini PORCETTO, ecco venne riferito da SANTINA come pronunciato in quale occasione dal fratello?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: questo nome era stato pronunciato.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: Signor Presidente...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...ho portato qui delle fotocopie del processo...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e metto a sua disposizione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e questo processo termina con una Sentenza da me emessa...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...dove c'è la relazione...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e circostanziata dei fatti.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e ora la mia memoria potrebbe a volte, un po'...

PRESIDENTE: c'è anche un...

INTERPRETE: ...mancare...

PRESIDENTE: ...problema...

P.M.: sì.

PRESIDENTE: ...un problema di procedura.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ciò che è essenziale...

PRESIDENTE: c'è anche un problema di procedura, che noi abbiamo ammesso questi testi non essendoci stata contestazione da parte dei Difensori, ma in realtà...

P.M.: è...

PRESIDENTE: ...noi non dovremmo poterlo sentire su dichiarazioni che lui ha raccolto...

INTERPRETE: (...).

P.M.: no, sulle dichiarazioni no.

PRESIDENTE: queste sono le domande che sono state poste fino adesso.

P.M.: no, Presidente, io...

PRESIDENTE: dovrebbe esserci per analogia l'applicazione anche delle norme...

P.M.: volevo precisare...

PRESIDENTE: ...che vieta al Giudice di deporre su...

P.M.: certamente, allora volevo precisare due cose, primo una Sentenza a cui fa riferimento il Dottor PAPALIA, una Sentenza di incompetenza con la quale trasmette gli atti, lo dirà alla Giustizia militare non intendo chiedere al Dottor PAPALIA, quali furono le dichiarazioni a lui rese...

PRESIDENTE: eh, ma questo è stato chiesto fino adesso.

P.M.: ...dagli imputati, no, io ho chiesto il nome di PORCHETTO, come venne fuori...

PRESIDENTE: eh, ma sono fatti che lui ha appreso dalla teste che abbiamo già sentito, quindi...

P.M.: dalla teste...

PRESIDENTE: ...nel corso dell'esame che lui ha condotto insomma.

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: quindi se sono domande che riguardano la procedura che è stata, avvenuta lì, come è andato il processo...

P.M.: sì.

PRESIDENTE: ...su fatti però non il contenuto...

P.M.: la difficoltà di questo esame, è proprio questo io sono consapevole del fatto che non posso chiedere al teste cose che non potrebbero essere chieste a cui... ha svolto...

PRESIDENTE: ...ad Giudice italiano, insomma io penso che analogicamente debba essere applicata...

P.M.: certamente.

PRESIDENTE: ...la stessa norma.

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: comunque se questi documenti sono stati già acquisiti...

P.M.: sì.

PRESIDENTE: ...la cosa diventa inutile, oltre tutto abbiamo sentito già la teste...

P.M.: va bene.

PRESIDENTE: ...MASTINU.

INTERPRETE: (...).

P.M.: e no, io intendo fare se possibile, solo una domanda. Sulla base delle indagini da lui espletate, quali persone ha ritenuto di dover considerare responsabili o imputate del sequestro di MARTINU MASTINU.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: se ricordo bene...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...è che...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...a partire dalla deposizione di SANTINA...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...avendo descritto bene la fisionomia di questo PORCETTO...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...si è potuto realizzare un identikit per quanto riguardava il volto.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e in quel momento si prese la precauzione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: di chiamare il migliore Perito disegnatore di cui disponevamo...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che fece un ritratto fedele...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...alla fisionomia del PORCHETTO.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e da quel momento ho richiesto la... che si ricercasse codesta persona...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e in quel tempo viene anche al Tribunale un'altra persona di nome PORCHETTO.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e mi...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e mi viene riferito che si... che si... somigliava molto alla persona del quale avevamo l'identikit.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: quando gli venne chiesto se lui era la persona dell'identikit rispose di no.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ma mi... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: mio cugino, cugino di primo grado, si chiama JOSE' LUIS PORCHETTO.

P.M.: Dottor PAPALIA, tra gli atti che lei ha lì, c'è anche questo identikit?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì.

P.M.: no, intende produrre questo il Dottor PAPALIA.

INTERPRETE: sì.

P.M.: ecco vorrei che venisse mostrato alla Corte.

VOCI: (in sottofondo).

PRESIDENTE: non è stato prodotto questo identikit.

P.M.: no.

VOCI: (in sottofondo).

PRESIDENTE: i Difensori hanno interesse a vederli?

VOCI: (in sottofondo).

PRESIDENTE: comunque se il Pubblico Ministero intende chiederne l'acquisizione decideremo, solo che poi c'è sempre il problema della traduzione, che bisognerà, tutto ciò che viene prodotto qui in spagnolo.

VOCI: (in sottofondo).

PRESIDENTE: ci sono altre domande?

P.M.: sì, e... come... ecco, da questo identikit poi si sviluppano altri accertamenti?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: con questo primo... con questo cugino.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: senza alcuna difficoltà.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: abbiamo potuto sapere dove si trovasse il domicilio.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: pertanto chiesi la comparizione del JOSE' PORCHETTO il 26 dicembre del (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...1984.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: in questa occasione...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...il PORCHETTO fece una relazione, una deposizione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e fece una relazione su quanto era accaduto nei confronti di MARTINU MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e che lui faceva parte di una commissione composta da quattro persone...

AVV. SCIALLA: Signor Presidente scusi, c'è opposizione, perché queste sono dichiarazioni rese dall'imputato, ritengo che per analogia si debba applicare il 62...

PRESIDENTE: non potremmo utilizzarle, comunque andiamo avanti nel racconto, vediamo utilizzeremo solo...

AVV. SCIALLA: sì, infatti io ponevo...

PRESIDENTE: ...lea parte che...

AVV. SCIALLA: ...il problema.

PRESIDENTE: sì, sì.

AVV. SCIALLA: il problema c'è.

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: andiamo avanti sul suo racconto, vediamo quello che si potrà utilizzare.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: in quel momento...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e fece una relazione nella quale disse che nell'anno 1976 apparteneva...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: alla Prefettura Navale Argentina.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e che insieme con quattro suoi compagni.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ALEJANDRO PUERTAS.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: JULIO ROBERTON ROSSIN.

PAPALIA A. C.: HECTOR MALDONADO.

INTERPRETE: si erano portati presso un domicilio del BECAR...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e avevano proceduto alla detenzione del MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e lo avevano fatto inseguito ad ordini.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: datigli dai loro superiori.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che a loro volta questi superiori ricevano gli ordini dall'esercito.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: a partire da quanto dichiarato dal PORCHETTO...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e... furono raccolte le deposizione delle altre persone che erano state nominate.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: Signor Presidente.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: se mi permette desidero aggiungere.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: la deposizione fatta da PORCETTO...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...allora non dovetti, dopo questa deposizione, non dovetti utilizzare nessun... nessun... metodo di sorpresa per poter e... potere interrogare gli altri.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e il... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: PUERTAS fu...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...PUERTAS fu interrogato a fine del luglio dell'85.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ROSSIN il primo agosto dell'85.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e MALDONADO il 5 settembre dell'85.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: nell'interim, il primo settembre dell'85...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...allora, fece la sua dichiarazione quello che era il loro superiore in quell'epoca il Prefetto JUAN CARLOS GERARDI.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: il quale disse di non ricordare esattamente il caso MASTINU...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e... ma disse di aver praticato... fatto lui stesso o ordinato di fare, molte e... detenzioni.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ad ordine di personale che apparteneva all'esercito.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: in base ad un piano.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che come scritto era che... in forma scritta era presso la cassaforte della Prefettura? Della Prefettura.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ad ordine del Generale RIVEROS.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e se mi permette di consultare i miei appunti.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: le potrò dire che il piano si chiamava oppure loro lo richiamavano...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: "PLASINTARA".

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e il Prefetto GERARDI in queta occasione aggiunse anche...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che Forze dell'Esercito con...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...praticamente...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...operavano facendo sottostare ad essi la... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...ah, la direttiva che essi portavano di seguire questo o quel... di fare questo o quel processo, procedimento.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora che la Prefettura Navale...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...oppure o almeno la ripartizione della quale erano a carico...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...era subordinata al...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...al e... ai... ai comandi dell'esercito.

P.M.: senta lei indirettamente per questa vicenda, ha avuto anche modo di ricevere dichiarazioni, parlo di dichiarazioni rese dai familiari quindi di SANTINA MASTINU, di MARIA MANCA, di...

INTERPRETE: (...).

P.M.: ...GIOVANNI MANCA e di ROSA ZATORRE che era la moglie di MASTINU... le venne riferito anche di un episodio accaduto nel maggio di quello stesso anno, del '76 a PAYCARABI'?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: nella mia decisione finale, nella mia Sentenza finale...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che con la quale io mando questa Sentenza al Comando Supremo delle Forze Armate.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: faccio riferimento e do come comprovato.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e che nella ricerca di MASTINU tempo... nei tempi precedenti alla sua detenzione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: MASTINU SANTINA dovette sopportare delle...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...delle aggressioni fisiche e anche una certa signora? (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: LA CROCE credo che si chiami così.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e nella...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...Sentenza c'è...

P.M.: è ROSA ZATORRE forse, ZATORRE?

INTERPRETE: (...).

P.M.: ROSA ZATORRE?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì. (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e così anche...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e così pure l'omicidio commesso contro il MARRAS a danno del MARRAS.

P.M.: lei ha avuto modo di accertare se vi fossero... se vi fosse una relazione, tra l'omicidio di MARRAS e il sequestro di MASTINU?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: in una delle parti della Sentenza.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, facendo appunto una risposta a uno degli interrogativi che io mi ero posto.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: do come comprovato.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che quello che era stato sopportato dalla SANTINA MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e questa Signora ZATORRE.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e la morte del MARRAS.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: erano vincolati.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: a fatti relativi alla ricerca del MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

P.M.: senta, io volevo farle una domanda Dottor PAPALIA, queste dichiarazioni lei ricevette nell'85 o inizi dell'86 in un momento in cui in ARGENTINA non erano state ancora promulgate né la legge del "PUNTO FINAL", né la legge "OBEDENCIA DEBIDA" e quindi lei ha riassunto, abbiamo capito che sostanzialmente le quattro persone che lei ha interrogato ammisero la partecipazione al sequestro, la mia domanda è questa: queste dichiarazioni in quel momento in cui c'era stato il Processo alle Giunte nell'85 ed era in corso il Processo "CAMPS" e altri processi stavano istruendosi perché appunto era ancora lontana sia la legge del "PUNTO FINAL" che di "OBEDENCIA DEBIDA"...

INTERPRETE: (...).

P.M.: ...avrebbero esposto i dichiaranti a delle intuitive conseguenze di legge.

INTERPRETE: (...).

P.M.: io le chiedo questo, perché leggendo gli atti, sono rimasto abbastanza sorpreso nel vedere queste ammissioni tranquille di responsabilità, come può spiegarlo lei?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: l'unica legge che in quel momento era vigente...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...era che coloro che partecipavano...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...persone che integravano le Forze Armate...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...in adempienza ad ordini superiori.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: dovevano essere rimesse a Consiglio Supremo delle Forze Armate.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: non c'era ancora la legge del "PUNTO FINALE" né la legge dell'"OBEDENCIA DEBIDA".

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: queste persone hanno dichiarato in nessun momento erano poi nelle condizioni di sospetti.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: perché loro raccontavano una frazione di un episodio del quale era... era stat... poi si sarebbe parlato correttamente.

P.M.: in altri termini anche se una nostra libera interpretazione...

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ah, e perché gli atti... le persone avrebbero detto che avrebbero fatto una cosa nell'adempimento dei loro doveri d'ufficio.

P.M.: senta, parlando proprio di questo, dell'adempimento di un dovere.

INTERPRETE: (...).

P.M.: la norma del codice penale militare argentino prevedeva l'adempimento di un dovere con dei limiti?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì, il codice di giustizia... il codice penale militare ed anche il codice penale argentino.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: contempla l'eccesso nell'adempimento del dovere.

P.M.: non esisteva una norma che non rendeva possibile invocare questa esimente in presenza di fatti atroci o aberranti?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: Signor Presidente...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...il codice penale argentino...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...al quale deve essere subordinato il codice di giustizia militare...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...è stato redatto nel 1822.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ed è profondamente liberale e umanistico.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: a tal punto che inizia con i delitti nella parte speciale.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: con i reati contro la vita.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: poi eseguono i reati contro la libertà.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: poi i reati contro la proprietà.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: pertanto non c'era nei... nei precedenti e né tanto meno nella nostra dottrina.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che ci potesse essere un'obbedienza dovuta.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che avrebbe potuto alterare.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ciò che è protetto da ogni codice giuridico.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: disubbidire allo Stato è dopo il reato di omicidio e... di reato contro la libertà.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e mai si potrebbe per un bene giuridico minore violarsene uno superiore.

P.M.: sostanzialmente mi sembra di... dovrebbe essere qualcosa di simile alla nostra esimente dell'adempimento di un dovere che però esclude che possa invocarsi questa esimente quando si tratti di un ordine palesemente illegittimo.

INTERPRETE: mi scusi non ho sentito l'ultima parte Dottore.

P.M.: stavo dicendo al Dottor PAPALIA...

PRESIDENTE: ma è inutile che la poniamo a lui questa domanda però.

P.M.: no, forse...

PRESIDENTE: possiamo farne a meno.

P.M.: possiamo farne a meno, va bene, la domanda non è ammessa.

PRESIDENTE: ha finito? Ci sono altre domande?

P.M.: no, grazie.

PRESIDENTE: i Difensori?

AVV. GENTILI: Avvocato Gentili Difensore di Parte Civile. Vorrei che precisasse se ha sentito le persone sopra accennate, cioè PORCETTO, PUERTAS, MAL... ROSSIN, come persone soltanto informate dei fatti e non come imputati o come accusati.

INTERPRETE: (...).

AVV. GENTILI: non so se è chiara la domanda e la traduzione.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: nel mio criterio, quando stavo istruendo questo procedimento.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: in base anche alla facoltà che mi venivano dal codice.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ho inteso che... ho inteso che le persone che erano a conoscenza del delitto.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: quando si doveva adempiere a questa legge numero 10 che invio al consiglio.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: per poterlo inviare dovevo dimostrare.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che questo era stato un fatto commesso dalle Forze Armate.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che è un fatto illecito.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e che può essere imputato a persone determinate.

AVV. GENTILI: quindi non ha formalmente accusato di delitto queste persone?

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: no, sotto nessun aspetto.

AVV. GENTILI: una frase di commento me la si consenta, sono quindi...

PRESIDENTE: cerchiamo di evitarle le frasi...

AVV. GENTILI: no, sono dichiarazioni acquisibili ai sensi del 237, ma di questo parleremo in un altro momento.

AVV. SCIALLA: c'è una opposizione della Difesa...

AVV. GENTILI: piuttosto io chiedevo al teste...

AVV. SCIALLA: ...anticipata.

PRESIDENTE: no, ma gli atti del procedimento straniero possono essere acquisiti ai sensi del 238, viene fatta richiesta, poi il 238 poi prevede il consenso delle Parti se...

AVV. GENTILI: certo, certo, è un commento...

AVV. SCIALLA: non viene prestato.

AVV. GENTILI: ...fuori luogo e fuori sede. Una domanda: lui ha accennato a un ordine, almeno uno, del Generale RIVEROS, custodito presso la cassaforte se ho così capito del suo ufficio.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: il Prefetto GERARDI.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: mi ha riferito.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e questo è riportato negli atti.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che le operazioni o le detenzioni che venivano eseguite.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: si facevano in base ad ordini dell'Autorità Militare.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che erano in un piano diciamo così.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: di nome, che si chiamava. (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, in una domanda... a una domanda risponde... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, di porre a disposizione delle Forze Armate.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: dichiara.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì, adesso stiamo parlando del GERARDI.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che come già ho detto precedentemente.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: venivano... emanavano proprio dal PLACINTARA (come da pronuncia).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che si trovava.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che stava dentro.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: dentro una cassaforte.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: della dipendenza.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: in quanto era definito segreto.

AVV. GENTILI: grazie.

PRESIDENTE: gli altri Difensori nessuna domanda?

AVV. SCIALLA: sì.

PRESIDENTE: prego.

AVV. SCIALLA: come è terminata l'indagine, vorrei che chiarisse questi aspetti.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: Avvocato scusi?

AVV. SCIALLA: sì, come è terminata l'indagine che ella ha curato.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: le mie indagini sono finite con un decreto.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: nelle quali io inviavo tutti quanti gli atti.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e li inviavo a conoscenza del Consiglio Superiore delle Forze Armate.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e in base all'art. 10.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: della legge 23040.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: legge emanata dal Governo Costituzionale.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che mi obbligava a dichiarare la mia incompetenza.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e inviandolo per competenza al Consiglio Superiore delle Forze Armate.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e questa è la risoluzione, è rimasta.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: in quanto l'aveva consentita... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: (...). il Pubblico Ministero.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: per giungere a questa risoluzione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e mi dovette rispondere affermativamente.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: a quattro interrogazioni.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: cosa si sapeva della vittima, MASTINO in questo caso.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che aveva potuto determinare lo sviluppo dei fatti.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: se quanto riportato da JOSE' LUIS PORCETTO.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: per quanto si riferisce alla detenzione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: oltre alle circostanze che erano state già riportate da... suoi parenti e ad amici.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: poteva essere anche avallato da coloro che lo avevano accompagnato.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e terza interrogazione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: (...). Se i fatti determinati di quelli che risultavano vittime.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: cioè il MARIO MARRAS.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e SANTINA MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e EMILIA ZATORRE.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: avessero un'intima... una relazione... un rapporto molto intimo con detenzione del MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: l'ultima era se le risposte ottenute.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: mi permettevano di attribuire un intervento in quanto... in tutte quante le cose accadute.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ora un intervento delle Forze Armate e delle Forze di Sicurezza.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: i quattro interrogativi che mi ero posto e ho potuto rispondere ad essi.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: o per meglio dire, ho dovuto rispondervi.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: in forma affermativa.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ed è per questo motivo che ho dichiarato la mia incompetenza e l'ho inviata al Consiglio.

AVV. SCIALLA: quindi preliminarmente alla formulazione di qualsiasi capo d'imputazione.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: esattamente.

AVV. SCIALLA: grazie.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e non potevo...

AVV. SCIALLA: certo, non spettava a lui.

INTERPRETE: ...non potevo...

AVV. SCIALLA: era una incompetenza quella che aveva dichiarato.

INTERPRETE: ...fare il capo, dovevo sottoscrivere capo d'imputazione io.

AVV. SCIALLA: certo.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì, questo in base...

AVV. SCIALLA: è chiarissimo.

INTERPRETE: ...di legge.

AVV. SCIALLA: benissimo, grazie. Signor Presidente, se non ci sono altre domande io ne approfitterei per chiedere l'inutilizzabilità delle dichiarazioni riportate dal teste con riferimento o all'art. 62 se lo consideriamo come persone imputate oppure con il 63, perché comunque sono dichiarazioni che sono altamente indizianti e quindi in base al nostro codice comunque non possono essere utilizzate.

PRESIDENTE: lo valuteremo al momento della...

AVV. SCIALLA: comunque sin d'ora la Difesa fa formale richiesta...

PRESIDENTE: comunque non so quanto sia vostro interesse, perché mi pare che le dichiarazioni che lui ha riferito da parte...

AVV. SCIALLA: sì, sì.

PRESIDENTE: ...degli imputati, in particolare dell'Avvocato Strillacci, insomma sono...

AVV. SCIALLA: sì, ma c'è anche un riferimento...

PRESIDENTE: ...difensive.

AVV. SCIALLA: ...non chiaro per cui...

PRESIDENTE: sì, sì, va bene.

AVV. SCIALLA: ...la Difesa...

PRESIDENTE: volevo chiedere delle cose. Se può chiedere: le sue indagini, la sua istruttoria, ha riguardato inizialmente soltanto la... il sequestro, la sparizione del MASTINU o se fin dall'inizio lei si è occupato anche dell'uccisione del MARRAS.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: la mia investigazione... la mia indagine è stata puntuale.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: con la privazione illegale di MARTINU MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ma quando nella risoluzione faccio riferimento.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che avevano dei rapporti, degli stretti rapporti con quanto successo a SANTINA MASTINU in MARRAS.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: esistono in questa causa delle deposizioni che sono state firmate.

PRESIDENTE: che hanno fatto pensare a questa connessione, certo.

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: sì, ma...

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: ...perché poi il luogo dove è avvenuto l'omicidio del MARRAS non rientrava nella sua zona territoriale di competenza.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: non ero io di turno.

PRESIDENTE: va bene. Oh, volevo sapere gli elementi che sono stati raccolti a carico di quattro Funzionari della Prefettura che abbiamo nominato prima, cioè PUERTAS, PORCHETTO, PORCETTO, MALDONADO e ROSSIN, riguardavano soltanto il sequestro del MASTINU o se la loro presenza è stata riferita anche con riguardo all'uccisione del MARRAS, che è avvenuta in epoca precedente.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: dovrei guardare, riguardare queste deposizioni.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: se è possibile...

PRESIDENTE: se può consultare quanto meno...

INTERPRETE: ...lo faccio.

PRESIDENTE: perché da quello che ha detto sinora non sembrerebbe o da quello anche che abbiamo sentito noi, non sempre siano stati raccolti elementi diretti con riferimento al primo episodio.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: nella causa istruita.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: esisteva o esiste nell'originale un annesso.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: un allegato dove... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: dove a foglio 30 dell'allegato.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, la delegazione dell'"INTELLIGENCE" di TIGRE che è la delegazione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: dell'"INTELLIGENCE" della Polizia di BUENOS AIRES.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: riporta.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: riporta della morte del MARRAS.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e del... come si dice, quando stanno si vede la salma.

VOCE: (in sottofondo).

INTERPRETE: ed il fatto di stare... quando un è morto stanno vicino alla salma, come si chiama?

VOCI: (in sottofondo).

INTERPRETE: la veglia, scusate, e della veglia funebre fatta in casa.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e della veglia funebre fatta in casa del... in casa del MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, nella informativa dell'"INTELLIGENCE".

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: o nel fascicolo MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: figurano episodi tal come la morte del MARRAS.

PAPALIA A. C.: (...).

PRESIDENTE: sì.

INTERPRETE: per cui la connessione sorge.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: dalle informative dell'"INTELLIGENCE".

PRESIDENTE: la connessione a noi risulta pacifica, perché da quello che ci hanno riferito i familiari...

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: ...quando c'è stata l'uccisione del MARRAS, era presente, poco prima era presente il MASTINU che è scappato, è riuscito a fuggire.

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: quindi la connessione tra i due fatti è certa però vogliamo sapere se le Forze di Polizia che sono intervenute in occasione dell'uccisione del MARRAS...

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: ...se sono le stesse che sono intervenute in occasione del sequestro del MASTINU o se sono due Forze di Polizia in territori diversi e quindi con competenze diverse.

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: perché le due località sono distanti?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sono diverse località.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ma vicine.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: il turno e la competenza erano riferiti alla data.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, io come Giudice del due, stavo quindici giorni di turno.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: per esempio dal primo al quindici di agosto.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: dal 16 al 31.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: cominciava la competenza del tre, del numero 3.

PRESIDENTE: questo come Giudice Istruttore.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì, sì.

PRESIDENTE: ma come Forze di Polizia, perché sappiamo...

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: ...che avete accertato...

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: mi scusi...

PRESIDENTE: sì, sta controllando.

INTERPRETE: ...mi serve un attimo di tempo.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sia PORCHETTO che MALDONADO.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: come pure PUERTAS.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e il Prefetto GERARDI.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: fanno riferimento.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: al fatto che hanno partecipato a molti operativi.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ma per quanto attiene l'omicidio MARRAS non fanno nessun riferimento.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e il Prefetto GERARDI.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: quando gli viene richiesto cosa era accaduto nell'isola PAYCARABI'.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: riporta.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che quanto avvenuto durante l'operazione su quest'isola.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che non ci fu assolutamente nessun momento alla Prefettura.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e che nell'isola PAYCARABI'.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: non... che per quanto attiene l'isola PAYCARABI' non ricorda questa circostanza.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che la giurisdizione sulle acque.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: come pure sull'isola.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: appartiene esattamente al distaccamento CAMMINO ISLAGNO (come da pronuncia) della Polizia Provincial.

PRESIDENTE: quindi a parte le dichiarazioni di GERARDI e degli altri quattro, nessun altro ha riferimento che nell'isola al momento dell'uccisione del MARRAS vi fossero le quattro persone che sono imputate in questo Processo, cioè PORCHETTO, PUERTAS, MALDONADO e ROSSIN.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: no.

PRESIDENTE: non risulta?

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: il nome che viene fuori.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: il nome che viene fuori di PORCHETTO è sempre in riferimento...

PRESIDENTE: al sequestro...

PAPALIA A. C.: (...).

PRESIDENTE: ...MASTINU.

INTERPRETE: al sequestro MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: il collegamento.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: a cui faccio riferimento e non posso ignorare.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: non nei riguardi di questa persona.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che Forze dell'Esercito stavano cercando a MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e che appunto...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e che durante la...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e che durante la ricerca accadono questi incidenti.

PAPALIA A. C.: Signor Presidente... (...).

INTERPRETE: allora, nell'aereo mi sono incontrato con un mio collega che è PADILLA.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e parlando di queste circostanze.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e lui prese a testimonianza.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: di una persona, raccolse la testimonianza di una persona.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che lo stesso 24 marzo.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: venne torturata.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: per cercare di sapere dove potessero trovare il MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: in modo che... così che se il MASTINU viene preso il 7 luglio.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: se nel fascicolo dell'"INTELLIGENCE"...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...figura...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...questa attività ed appare anche l'episodio MARRAS.

PAPALIA A. C.: (...).

PRESIDENTE: questo l'abbiamo capito.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ma io faccio sempre riferimento, siccome non ce l'ho imputato.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: alla connessione materiale.

PRESIDENTE: sì, sì, ho capito, questo è chiaro.

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: volevo sapere ancora quali erano le competenza della Prefettura Navale, che rapporti c'erano con l'esercito?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: la competenza normale.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: della Prefettura è...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...è sulle acque fluviali e marittime e costiere.

PRESIDENTE: è una Forza di Polizia?

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: è una Forza di Sicurezza, di Polizia.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: le Polizia lavorano sul territorio interno, operano sul territorio interno.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: essendo l'ARGENTINA uno Stato Federale.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ogni provincia ha la sua Polizia propria.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e anche una Forza di Sicurezza.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che custodisce le frontiere.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: chi ovviamente e... guarda le frontiere è la Gendarmeria.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che è una Forza di Sicurezza militarizzata.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: il 24 marzo del 1976.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: tutte le Forze...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...di Sicurezza.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: furono poste sotto il comando.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: delle tre Forze Armate.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e dividendosi in zone.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: uno ad Esercito, uno alla Marina...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e l'altra l'Aeronautica.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: non ricordo le zone.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: questo lo riferisco nella mia qualità di abitante, di cittadino argentino.

PRESIDENTE: sì, se è a conoscenza anche di quali compiti possano avere svolto queste Forze di Polizia appartenenti alla Prefettura Navale quali compiti abbiano svolto alle dipendenze di Forze Militari dell'Esercito. Cioè...

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: era totale subordinazione.

PRESIDENTE: sì, ma mettiamo in questo caso come in altri, possono essersi limitati ad arrestare, a sequestrare una persona e consegnarla alle Forze dell'Esercito o hanno svolto anche compiti successivamente dopo, dopo l'arresto? Se lei è in grado di dirlo.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: nel caso concreto...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...nulla indica...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che gli Agenti della Prefettura...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...siano andati più avanti.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: nulla mi indica...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...perché PUERTAS e PORCETTO dice che dopo... dicono che dopo di loro...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: (...). Appunto, perché il PORCHETTO e il PUERTAS dicono che dopo che hanno consegnato il MASTINU, loro sono andati a riposo.

PRESIDENTE: e consegnato a chi?

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: e dove?

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: lo avevano appunto consegnato alla commissione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: lo avevano detenuto in maniera violenta...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...in quanto lo avevano ferito...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e lo hanno anche portato all'Ospedale di TIGRE perché potesse curarsi.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: lo consegnarono alla Dipendenza...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e dopo sono andati via per riposare.

PRESIDENTE: senta, l'ultima cosa, la competenza di questo Tribunale Militare al quale lei ha rimesso gli atti per competenza, la competenza di questo Tribunale Militare derivava dal fatto che le persone sottoposte ad indagini erano dei militari, era la sola posizione soggettiva del militare che implicava questa competenza?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: perché negli atti appunto del Governo VIDELA...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...subordinava...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...le Forze di Sicurezza...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...alle Forze Armate.

PRESIDENTE: erano equiparate alla...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: la legge che io ovviamente...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: la legge alla quale io mi conformo è dettata dal Governo Costituzionale...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e diceva che quando le persone appartenevano alle Forze Armate...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...i Giudici naturali...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...dovevamo declinare la nostra competenza...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e per consegnarlo, per inviarlo...

PRESIDENTE: a questo Tribunale.

INTERPRETE: al Tribunale Militare.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì, Signor Presidente, mi permette di appunto che... di chiarirle qualche cosa?

PRESIDENTE: prego.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, io ho fatto indagini per un caso concreto.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: se non ci fosse stato nessun altro "Desaparecidos" nel mio paese...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e se non fossero le Forze Armate non fossero intervenute in nessun fatto diverso da quello di MARTINU... MASTINU...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...sono convinto...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e lo ero anche al momento in cui io ho emesso quella risoluzione...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che MARTINO MASTINU fu sequestrato da un gruppo delle Forze Armate, che obbediva a degli ordini emanati...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...dai Comandi superiori.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: non è un episodio che si può attribuire... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...a persone, a delle persone private...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...a gruppi parapolizieschi.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: è proprio il mo... un attuare da parte di un gruppo di persone...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...nell'ambito del proprio lavoro...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che sia questo ben buono o cattivo, ma nell'ambito di un comando.

PRESIDENTE: se lui avesse ritenuto esistente la esimente dell'adempimento di un dovere, avrebbe avuto il potere di archiviare il caso senza mandarlo al Tribunale Militare?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: no, la risoluzione indica...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che terminata l'indagine...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che erano responsabili quanto meno della privazione della libertà...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che lo fecero in adempienza di ordini superiori delle loro forze.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e pertanto a partire dalla legge che le ho nominato...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...il Giudice naturale passava ad essere il Consiglio Superiore delle Forze Armate.

VOCI: (in sottofondo).

PRESIDENTE: ci sono altre domande?

P.M.: un'unica domanda, mi scusi Avvocato.

VOCE: prego.

P.M.: se nel corso di queste indagini ebbe modo di vedere un mandato di arresto, un ordine di arresto, un qualcosa che legittimava l'arresto, chiamiamolo così per adesso, di MARTINO MASTINU.

PRESIDENTE: ha parlato di ordine scritto che era nella cassafo...

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: non parlerei di un mandato perché permettesse...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: non posso parlare di un mandato che legittimasse...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...in quanto sequestrare una persona...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...oppure arrestarla e non metterla a disposizione del Giudice competente...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...non è mai stato e né è legale nel mio paese.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: però dico che c'era un ordine...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...proprio...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...dei comandi ai quali era subordinata la Prefettura.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: se mi permettono l'espressio... mi permette l'espressione...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...queste persone...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...non... non... e... non operavano in base alla legge.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ah, non operavano per benefici personali...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...allora, ma fecero il sequestro e operarono il sequestro del MASTINU per obbedire agli ordini...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...dei loro superiori che stavano dentro la Prefettura.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, i superiori che a loro volta dicono che adempivano ad ordini superiori che erano quelli... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: del Generale RIVEROS.

PRESIDENTE: chiedo scusa, avevo dimenticato, se ha potuto accertare in che modo è stato ferito il MASTINU nel momento dell'arresto cosiddetto.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, appunto, si oppose alla detenzione, per cui oppose resistenza alla sua detenzione.

PRESIDENTE: ci sono altre domande da parte del Pubblico Ministero?

AVV. GENTILI: Avvocato Gentili, Difensore di Parte Civile, una domanda molto circoscritta rispetto ai temi finora... da ultimo trattati. Se risulta al teste, come risulta a me dagli atti, che PUERTAS fu scelto per la sua conoscenza del Delta e quindi dell'isola di PAYCARABI'.

INTERPRETE: scusi, non ho ben afferrato, se PUERTAS?

AVV. GENTILI: se PUERTAS...

INTERPRETE: sì.

AVV. GENTILI: ...fu scelto per l'azione, per la sua conoscenza del Delta e dell'isola di PAYCARABI'.

PRESIDENTE: in quale azione però?

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: quale azione?

AVV. GENTILI: l'azione di cui ha parlato, cioè il sequestro successivo.

INTERPRETE: (...).

AVV. GENTILI: naturalmente ci riferiamo anche al primo, ma la domanda è...

PRESIDENTE: sono due cose diverse.

AVV. GENTILI: ...è riferita a quello che sa il testimone.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: uno dei quattro Sottufficiali della Prefettura...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...mi dice che era un esperto, che conosceva bene il posto.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: dovrei rileggere ovviamente le deposizioni...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...per rendermi conto di quale dei quattro fosse.

AVV. GENTILI: il posto, cosa intende per cortesia il teste per posto? L'isola di PAYCARABI' o il Delta?

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì, mi riferisco al Delta del PARANA' e al...

AVV. GENTILI: grazie.

PRESIDENTE: Avvocato, qui non è chiaro però, mi pare che il secondo episodio non fosse nell'isola.

AVV. GENTILI: come?

PRESIDENTE: il sequestro non mi pare che sia avvenuto nell'isola, almeno da... son due località diverse, perché la sorella ci ha riferito che era presso l'abitazione di un pare... di un certo DE MONTIS, mi pare che così avesse detto.

VOCI: (in sottofondo).

PRESIDENTE: non mi pare che fosse nell'isola, se non ho capito male io.

AVV. GENTILI: la domanda tende a porre un elemento indiziario probatorio, per la prima azione.

PRESIDENTE: e allora è meglio chiarire, perché se no se proponiamo...

AVV. GENTILI: però si è aggiunta...

PRESIDENTE: ...un elemento... lo facciamo entrare di traverso...

AVV. GENTILI: ...se è stato detto...

PRESIDENTE: ...non è giusto.

AVV. GENTILI: ...è importante che lo confermi.

PRESIDENTE: sì ma...

AVV. GENTILI: cioè questa conoscenza dei luoghi...

PRESIDENTE: ma non dobbiamo introdurli così, in modo poco chiaro gli elementi, è meglio chiarirli, no?

PRESIDENTE: già gli ho fatto delle domande io.

AVV. GENTILI: vuole che riformuli la domanda?

PRESIDENTE: eh, in modo che abbia capito bene, perché... da chi dovrebbe essere stata riferita questa circostanza della conoscenza...

AVV. GENTILI: chiedo che risultasse...

PRESIDENTE: ...dei luoghi.

AVV. GENTILI: ...che PUERTAS aveva una conoscenza specifica del Delta e dell'isola di PAYCARABI'.

PRESIDENTE: e da che cosa risulta?

VOCI: (in sottofondo).

AVV. GENTILI: e se questo apparve una ragione per essere coinvolto in genere nei fatti.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

AVV. GENTILI: se posso, mentre... MARTINA MASTI... eh, scusi, SANTINA MASTINU è stata, come ormai è chiaro dalle testimonianze acquisite, presa nell'isola di PAYCARABI' dove era andata a vedere il luogo della morte del marito MARIO. Questo è già acquisito dalla Corte. Se è vero che per questo, se è per questa missione all'isola di PAYCARABI' il sequestro di MARTINO MASTINU, fu scelto PUERTAS per le sue conoscenze specifiche del luogo.

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: vede che è già diverso da quello che aveva detto prima? Lei l'aveva collegato all'omicidio del MARRAS, è una cosa ben diversa, se facciamo entrare...

AVV. GENTILI: dentro di me, sì.

PRESIDENTE: eh...

AVV. GENTILI: nella domanda...

PRESIDENTE: però noi dobbiamo cercare di accertare la verità...

AVV. GENTILI: ...è giusto che non appaia.

PRESIDENTE: ...non è che possiamo...

AVV. GENTILI: chiedo scusa alla Corte.

PRESIDENTE: anche per raccogliere indizi così, che sono vaganti, eh.

AVV.STRILLAC.: Presidente, nelle more dell'attesa che è... mi sembra che alla domanda del collega il teste già abbia prima risposto abbondantemente, in riferimento al primo episodio.

PRESIDENTE: su questo sì, adesso però l'Avvocato ha rettificato, l'Avvocato Gentili, con riferimento all'episodio della...

AVV.STRILLAC.: della SANTINA.

PRESIDENTE: ...dell'accesso di questi militari...

AVV.STRILLAC.: presso l'abitazione...

PRESIDENTE: ...della Prefettura presso l'abitazione della sorella del MARTINO.

AVV.STRILLAC.: siccome c'è una coincidenza in sintesi di posti, da quello che mi è sembrato di capire anche dalle cartine che abbiamo visto nelle udienze precedenti...

PRESIDENTE: ha parlato di due località che sono vicine ma non sono le stesse.

AVV.STRILLAC.: no, no.

PRESIDENTE: adesso magari potremmo farlo precisare anche dalla teste che è qui presente ancora no, la sorella, poi potremmo chiarirlo dopo, quella più...

INTERPRETE: (...). Signor Giudice, mi permette?

PRESIDENTE: prego.

PAPALIA A. C.: Signor Presidente...

PRESIDENTE: sì.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: se mi permette di poter dire qualcosa.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, la terza... il terzo interrogativo che mi ero posto era quello che se il... i fatti che riguardavano e... dove risultò vittima il MARRAS, ovviamente avevano correlazioni con i fatti di MASTI... SANTINA MASTINU e di ROSA ZATORRE.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e conte... e rispondendo a questa cosa...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...in quel tempo ho scritto.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e rispetto al terzo interrogativo che mi sono posto...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...debbo concludere...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che i fatti denunciati...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...nei quali sono stati vittime...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...MARIO BOVALINO MARRAS...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...SANTINA MASTINU...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e EMILIA ROSA ZATORRE...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...hanno un'intima connessione...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...con la detenzione del MASTINU...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...in quanto con questi stessi fatti si cercò di ottenere la stessa detenzione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: quanto accaduto nell'isola PAYCARABI'.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...aveva come fine quello di... la detenzione del MASTINU.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e il personale militare che si è presentato in casa, che si sarebbe presentato nella casa di JUAN MASALA...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...cercava a "EL TANO".

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, il dispiegamento dell'operativo che venne realizzato e che è stato riferito dai testimoni che erano presenti...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...aveva tale scopo.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ma la persona a cui si allude riuscì a fuggire dal posto.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ossia, MASTINU riuscì a fuggire.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e qui bisogna... è importante far riferimento alla testimonianza di ALEJANDRO PUERTAS...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...un'altra volta, in quanto questo indica...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che venne consultato...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...da personale militare...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...in presenza del Prefetto GERARDI...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...circa in quali in quali luoghi dell'isola PAYCARABI'...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ... si sarebbe potuta produrre, effettuare la fuga di una persona...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...o dove si sarebbe potuto nascondere...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e che in seguito ogni conoscenza tramite le... tramite i dialoghi delle persone che appartenevano al personale della Prefettura...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e... che in processo, e... in una operazione scappò una persona.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: il Prefetto GERARDI...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che nella sua deposizione a foglio 278 e 279...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...dichiarò che per le operazioni...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che il personale militare gli chiedeva una persona... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...esperta, una persona esperta, sì...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che conoscesse i luoghi.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e optava per poter designare PUERTAS...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...in quanto egli aveva in sé queste caratteristiche.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e così...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...si aggiunge nella risoluzione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: è significativo...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...per gli stessi fini...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che il Sacerdote JUAN PREMAT (come da pronuncia)...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...quando depose...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...ricordò che MARTINO MASTINU...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...gli aveva detto che le Forze Militari lo perseguivano...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e che lo erano andato a cercare sull'isola...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...nella quale lui stava lavorando...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e dalla quale dovette scappare.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: questo episodio culmina con la morte...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...del BOVALINO MARRAS...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e la detenzione di EMILIA ROSA ZATORRE.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e che appunto... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ah, e pertanto appunto io mi riporto alla risposta della prima domanda.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: la risoluzione è estesa, insomma è lunga.

PAPALIA A. C.: (...).

PRESIDENTE: no, una cosa il PUERTAS è stato interpellato da GERARDI e dopo l'uccisione di MARRAS sembrerebbe. Cioè per sapere dove poteva essersi nascosto e dove poteva esser fuggito il MASTINU.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: no, lo inviano in ogni operazione dove era necessario qualcuno che conoscesse i luoghi.

PRESIDENTE: no, mi pare che quando abbia letto la prima parte, abbia detto che il GERARDI cercava di sapere...

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: ...cercava una persona che potesse conoscere i luoghi, che potesse quindi capire dove potesse nascondersi una persona e dove potesse scappare. Questo farebbe pensare che questa necessità sia sorta successivamente alla fuga di questo MASTINU, ad operazione avvenuta.

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: non so se il Pubblico Ministero è dello stesso avviso, è corretta questa interpretazione?

VOCE: (in sottofondo).

PAPALIA A. C.: Signor Presidente...

PRESIDENTE: sì.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: se lei lo deside... se lei lo trova opportuno...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...posso leggerle la deposizione resa da GERARDI.

PRESIDENTE: se non ci sono opposizione, mi pare che sia forse interesse della Difesa. Ma è riportata nella sua Sentenza o c'è proprio il verbale, quale parte vuole leggere, la...

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: no no, è il verbale di interrogatorio, sì.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì, e dopo nella...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: sì, sì, sì, è...

PRESIDENTE: solo nel punto che ci interessa.

INTERPRETE: ...nell'atto di deposizione.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, interrogato dalla Signoria Vostra in relazione all'episodio che si sta... per cui si indaga...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...dichiara...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che colui che depone era a carico della Prefettura Navale nella zona TIGRE...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...a partire dal primo febbraio 1975...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...la cui giurisdizione si estende...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...dal fiume LUJAN (o simile)...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...fiume TIGRE...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e per quanto attiene al territorio nella zona del Porto di TIGRE.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: e a una giurisdizione relativa a trentacinque metri dalla costa...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...facendo il... riferendosi da quando c'è la marea più alta.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che si riferi... che si riporta, che opera sulle acque fino al PARANA' MINI'.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che a seguito... che in seguito al golpe militare del 1976...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...la forza, la sua forza rimase subordinata...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...come tutte quelle appartenenti alla stessa forza arma... alla stessa alle Forze Armate...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e in concreto ad un piano dell'Armata argentina...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...detto "PLACENTARA" (o simile).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: per questo la Prefettura doveva prestare collaborazione...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...la quale era...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che le era richiesta ed era esatta dalle Forze Armate...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e lo faceva in maniera concreta nella zona di giurisdizione...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: zona TIGRE.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: così doveva mettersi a disposizione delle Forze dell'Esercito...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e che aveva la sede nel "CAMPO DE MAYO"...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e organicamente alla Forza Armata Argentina.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che rispetto alle Forze dell'Esercito...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...inten... sì, dice che appartenevano al comando dell'Istituto Militare...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che era a carico...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: (...)... che era sotto il comando del Generale RIVEROS.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: richiestogli se il personale dell'Esercito era presente nella dipendenza...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...risponde che in effetti così accadeva.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: che generalmente in maniera anticipata la Guardia riceveva una telefonata...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che proveniva dal "CAMPO DE MAYO"...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...e nella quale si rendeva noto...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...che si sarebbe portato colà una Commissione della Prefettura.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: devo andare avanti?

PRESIDENTE: nel punto che qui interessa, per il Difensore che ha posto la domanda.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, ha richiesto pure circa la conoscenza che egli possa avere di una operazione che fu portata a termine nell'isola PAYCARABI', dice che non ricorda tale circostanza.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: in quanto la sua giurisdizione, e che la sua giurisdizione è sopra le acque, poiché sopra l'isola...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...in quanto sopra l'isola e... opera il distaccamento CAMMINO ISLAGNO della Polizia Provinciale.

PRESIDENTE: questo l'ha già detto prima.

PAPALIA A. C.: (...).


INTERPRETE: richiestogli quale conoscenza egli abbia del fatto che una donna sia stata detenuta nel mese di luglio del '76, dichiara che non ne è a conoscenza, che nel distaccamento avanguardia...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...non c'era.

PRESIDENTE: il punto in cui parla del PUERTAS.

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: allora, richiestogli se... (...).

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...se gli fosse, se ci fosse l'esigenza di qualche persona per le operazioni e se fosse designato qualcuno in modo speciale...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...dichiara che in varie occasioni...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...venne designato il Marinaio PUERTAS...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...in quanto era... conosceva molto bene...

PAPALIA A. C.: (...).

INTERPRETE: ...la zona del TIGRE, la zona del TIGRE e le sue isole.

PRESIDENTE: basta? Sì, ma prima aveva detto tutta quella cosa del... va be', non so da che cosa l'aveva tratta, va bene, basta così. E gli altri Difensori nessuna domanda? Possiamo liberare il teste. Grazie, la ringraziamo.

INTERPRETE: (...).

PAPALIA A. C.: (...).

PRESIDENTE: sentiamo anche l'altro, sperando che sia più veloce.

INTERPRETE: Presidente, mi scusi, sta chiedendo se deve lasciare queste cose.

PRESIDENTE: deve decidere il Pubblico Ministero se chiedere l'acquisizione oppure no.

P.M.: sì Presidente, io ne chiederei l'acquisizione.

PRESIDENTE: di che cosa? Della risoluzione...

P.M.: della... sì, della risoluzione e anche della documentazione che il Dottor PAPALIA ha portato con sé oggi.

PRESIDENTE: per quanto riguarda i verbali delle dichiarazioni, se c'è l'accordo possiamo senz'altro acquisirli, se non c'è l'accordo...

AVV. SCIALLA: non presta l'accordo, di MASON e RIVEROS.

PRESIDENTE: gli altri Difensori, qualcuno ha da osservare qualcosa?

VOCI: (in sottofondo).

PRESIDENTE: non presta il consenso per i verbali delle dichiarazioni.

AVV. SCIALLA: la Difesa di MASON e RIVEROS non presta il consenso...

PRESIDENTE: per quanto riguarda la Sentenza la possiamo acquisire indipendentemente dall'art. 238.

P.M.: sì.

PRESIDENTE: acquisiamo allora la Sentenza, che poi dovrà essere tradotta, perché qui con...

P.M.: no, è già tradotta Presidente.

PRESIDENTE: ah, è già tradotta.

P.M.: fu tradotta durante l'udienza preliminare.

PRESIDENTE: ma l'abbiamo già quindi.

P.M.: sì.

PRESIDENTE: allora non è necessario acquisire altro.

P.M.: no.

PRESIDENTE: va bene, quindi la richiesta riguardava i verbali soltanto, quindi in mancanza dell'accordo non li possiamo acquisire, per la Sentenza già l'abbiamo. Quindi glielo dica, che la Sentenza l'abbiamo già e...

INTERPRETE: sì. (...).

PRESIDENTE: facciamo entrare l'altro teste sperando che sia veloce altrimenti, domani com'è la situazione? Ce ne sono altri cinque?

P.M.: domani sono credo, no, domani sono pochissimi, sono solo tre.

PRESIDENTE: e allora questo che deve ancora essere sentito oggi, deve partire oppure rimane anche domani? Meglio sentirlo oggi?

P.M.: beh, ci siamo Presidente.

VOCI: (in sottofondo).

PRESIDENTE: sentiamolo adesso sperando che sia più veloce.

P.M.: sì, sì, penso di sì.

VOCI: (in sottofondo).

P.M.: beh, la necessità della traduzione fa perdere tempo, stamattina con MORETTI è andato tutto molto rapidamente, mi pare.

VOCI: (in sottofondo).

 Versione stampabile


Diritti umani in Argentina
Organismi storici
- Madres
- Abuelas
- Familiares
- M.E.D.H.
- C.E.L.S.
- A.P.D.H.
- Liga
- Serpaj


Processo Mastinu in Argentina

Cerca