24Marzo.it
24marzo Onlus
Chi siamo
Statuto
Attività 2017
Attività 2016
Attività 2015
Attività 2014
Attività 2013
Attività 2012
Attività 2011


Processi in corso
Sentenza CONDOR
Processo CONDOR
Vittime, avvocati e imputati
Preliminari CONDOR
Processo MALATTO

Processi 1999-2011
Processo PODLECH
Processo MASSERA
Preliminari MASSERA
Comitato MASSERA
Cassazione ESMA
Appello ESMA
Processo ESMA
Processo RIVEROS
Padre TEDESCHI

Con "Abuelas de Plaza de Mayo"
Uffici, telefoni, indirizzi
Promotori ed aderenti
Film "La vida de Estela"

Arte e Memoria
"IDENTIDAD DESAPARECIDA"
"AUSENCIAS"
"DISEGNI SUI GIORNALI"
"AYOTZINAPA"

24marzo Edizioni
"ESTELA", biografia di E.Carlotto
"Note a margine..."
"I ragazzi dell'esilio"
"Una voce argentina..."
"Buscando a Manuel"
"Il silenzio sopra le parole"
Catalogo
E-book
Distribuzione
"Vite senza corpi"


Log In
Username

Password





24marzo Edizioni
Il carro della vita. Un libro tributo

il carro della vita

"IL CARRO DELLA VITA"
di
Jorge Alessandro

Traduzione di Lorenzo Mari

24marzo Edizioni, 2015



“In pochi casi come quello dello studio delle dittature latinoamericane degli anni Settanta il presente ha favorito una riscrittura di una verità ufficiale sopravvissuta alle dittature stesse.
In questo senso anche le fonti meno convenzionali, come la memorialistica, alla quale può essere assimilato Il carro della vita, contribuiscono a permettere una revisione della Storia che conceda a parti rilevanti dell’opinione pubblica di riapprocciare criticamente le verità ufficiali. È il caso di questa storia di militanti peronisti, che prende le mosse nel Sud della sterminata provincia bonaerense.
Alcuni protagonisti scompaiono, vengono fatti sparire, tra essi un’adolescente, Mónica Graciela, altri si salvano e possono oggi ristabilire una verità delle cose nella quale le vittime, anche quelle come una ragazzina colpevole solo di capitare al centro di una guerra contro le classi popolari argentine e la militanza dei suoi genitori, venivano fatte passare come colpevoli, qualcosa doveva aver fatto, o tuttalpiù, vittime casuali di un periodo violento.”

Dalla prefazione di Gennaro Carotenuto.
La biografia di Estela Carlotto

Estela Carlotto
“ESTELA:
la morte di una figlia concepì una Abuela

di
Ricardo Petraglia
24marzo Edizioni, 2014

Questa biografia è la storia di una metamorfosi personale che rappresenta l’evoluzione di un paese. L’avventura biografica di Estela Barnes de Carlotto, la sua evoluzione da “madre argentina” a simbolo di resistenza e dignità, segna qui il doloroso risveglio di una societàferita profondamente dal terrorismo di Stato.
Con minuziosità e precisione da orafo, Ricardo Petraglia ricostruisce il cammino che portò Estela ad abbandonare la comodità del suo rispettabile posto da direttrice di scuola per affrontare, senza altre armi che il coraggio e la verità, la dittatura che prima sequestrò e torturò suo marito e poi assassinò sua figlia incinta, il cui figlio appena nato fu consegnato ad una vita privata della sua vera storia.
La minaccia celata a malapena dai modi viscidi del gerarca del regime mentre lei chiedeva di Laura, lo squallore del commissariato in cui le consegnarono il corpo crivellato, la bassezza di chi riscosse un riscatto che non servì a nulla, la fine lenta di suo marito, indurito dalla tristezza, la nascita di Abuelas de Plaza de Mayo e la sua evoluzione. Gli anni oscuri e la luminosa attualità, tutto ciò è in questo libro.
Petraglia fa emergere il processo sociale che ha attraversato l’Argentina negli ultimi 35 anni: dalla forzata accettazione della violenza politica alla lenta ricerca di giustizia sui suoi esecutori. Il periodo in cui l’insegnante Estela si trasformò nell’Abuela capace di coinvolgersi politicamente con fermezza ma senza abbandonare la delicatezza, senza mai smettere di essere una nonna in cerca di suo nipote. Per questo “Estela” può essere letta come storia di apprendistato, piena di odio, di tradimento e paura, ma anche di comprensione, amore e speranza. Un doppio apprendistato: quello della nonna che rinasce come Abuela e quella del paese che dapprima negò la sua lotta e oggi invece la considera come un pilastro fondamentale per il rispetto dei Diritti Umani, indispensabile passaggio per comprendere l’Argentina attuale.
Scritta con il ritmo e la concisione della migliore prosa giornalistica, è una biografia che si inserisce nella tradizione di questo genere, a cui si aggiunge un ricco materiale di consultazione, dalle numerose note, aggiornate nella traduzione per il pubblico
italiano, alla sezione bibliografica: per aiutarci a costruire la storia del presente e a capire chi siamo veramente.
Il libro di Francesco Caporale sui processi ai militari argentini

Francesco Caporale
“Desaparecidos.
NOTE A MARGINE DI TRE PROCESSI”

di Francesco Caporale
24marzo Edizioni, 2014


Francesco Caporale, nato nel 1951, in magistratura dal 1980, oggi Procuratore Aggiunto a Roma, è il pubblico ministero dei tre processi per i desaparecidos celebrati in Italia
tra il 1999 ed il 2010.

Nella prefazione di Oliviero Diliberto leggiamo:
“Questo libro racconta una storia di dolore, ma anche di giustizia, a distanza di anni. Merito di chi non si è arreso all’impunità dei torturatori e degli assassini, merito di giudici coraggiosi, ad iniziare dall’autore di queste pagine, Francesco
Caporale, ma anche di chi, come l’allora procuratore di Roma, Salvatore Vecchione, decise di andare avanti. Non tutti volevano riaprire questo capitolo orrendo, altri giudici - in altre parti d’Italia - rapidamente archiviarono. La procura di Roma, no. La storia che leggerete è, dunque, innanzi tutto, la storia di un processo. Con prove, testimoni tenacemente cercati e trovati dall’allora sostituto procuratore Caporale, dibattimento, schermaglie procedurali, impedimenti di ogni genere. Ma, alla fine, la condanna. La storia che leggerete è però anche la storia di una passione per la verità e la giustizia […] Nel libro troverete nomi che non dicono granché al grande pubblico: si tratta, tuttavia, di autentici eroi […] La memoria di quei fatti è essenziale per sottolineare la fondamentale distinzione tra vittime e carnefici, per non mettere tutti nello stesso cesto della storia…”


Per 24marzo Onlus, Francesco Caporale ha tradotto "Una voce argentina contro l’impunità - Laura Bonaparte, una Madre de Plaza de Mayo".






Il libro di Vera Vigevani finalmente in italiano

Vera Vigevani Jarach
“I ragazzi dell'esilio”
di
Vera Vigevani, Diana Guelar, Beatriz Ruiz
24marzo Edizioni, 2013

Negli anni Settanta, nel tragico periodo dell’ultima dittatura, un’intera generazione di adolescenti dell’ambiente liceale di Buenos Aires, politicamente impegnati, si ritrova perseguitata. Ragazze e ragazzi dai 15 ai 20 anni, sono costretti ad abbandonare il paese, divenuto teatro di sparizioni inquietanti. Attraverso le testimonianze, raccolte decenni più tardi da Diana Guelar, da Vera Vigevani e da Beatriz Ruiz, vengono salvate le vicende dolorose che precedettero le partenze, le storie di militanza, di presa di coscienza, di progetti e di utopie; le lotte, le certezze, i dubbi; le vicende di paura, di fughe e di clandestinità; fino alla drammatica decisione dell’esilio. Il materiale raccolto include le corrispondenze che gli adolescenti esiliati hanno mantenuto con familiari e amici, attraverso vari testi, su un passato che non può passare.

Vera Vigevani Jarach, nata a Milano nel 1928, emigrata in Argentina a causa delle leggi razziali; giornalista a Buenos Aires e redattrice fino al 1993 dell’agenzia italiana A.N.S.A., è stata cofondatrice di “Madres de Plaza de Mayo - Linea fundadora”, di “Fundación Memoria Histórica y Social Argentina” ed è coautrice di diversi saggi. Sua figlia Franca è scomparsa a diciotto anni, il 26 giugno 1976. Vera si definisce “una militante della memoria”, con un impegno costante soprattutto verso i giovani e gli adolescenti.

Diana Guelar, nata a Buenos Aires nel 1957. Laureata in Psicologia presso l’Università di Barcellona, cofondatrice del Centro de Terapia Breve a Barcellona, codirettrice del Centro de Atención y Prevención para Adolescentes “La Casita” a Buenos Aires. Esiliata tra il 1976 e il 1984, a Barcellona. Coautrice di testi sui disturbi alimentari.

Beatriz Ruiz, nata a Buenos Aires nel 1957, laureata all’Università Complutense di Madrid, psicologa e psicoanalista. È coordinatrice di Revista Ensayos y Experiecias, editoriale Novedades Educativas, membro di Asociación Buena Memoria e pittrice. Esiliata tra il 1977 e il 1984 in Spagna, a Madrid.

Il Catalogo di Marcello Gentili

Marcello Gentili
“Il silenzio sopra le parole.
Disegni sui giornali”

di Marcello Gentili
24marzo Edizioni, 2013

“L’originalità dell’operazione di Marcello Gentili consiste nell’uso delle pagine di giornale come supporto dei disegni […]
Nuovo appare il proposito di recuperare materiale per eccellenza effimero, come le pagine dei quotidiani, arricchendole di immagini disegnate, secondo un rapporto perlopiù non casuale e anche di consapevole contrapposizione con i testi a stampa sottostanti (che intervengono, riaffiorando a tratti, nella costruzione delle figure).”
Gian Alberto Dell’Acqua

“[…] La tenacia del disegno che sfida la pienezza di forma e di senso del foglio stampato corrisponde, per contrapposizione, all’esiguità dell’apparato strumentale utilizzato dall’artista: materiali poveri e pochi colori […] Il lettore, o visitatore, di questi disegni ha innumerevoli chiavi d’accesso al mondo dell’artista: la più elementare è quella delle dita che sfiorano le pagine fino a raggiungere il disegno che vi sta rinchiuso, prima ancora che esso si renda visibile. Un disegno toccato, sentito col corpo prima che veduto e interpretato. E una volta che esso si apre alla vista anche allora sono molteplici le direzioni
che lo sguardo può percorrere nella sua esplorazione. Dal testo al disegno, dal disegno al testo, senza un orientamento obbligante o un percorso privilegiato […]” “I soggetti di Marcello Gentili, affacciati alla pagina di un giornale, varcano dunque la soglia della visibilità e diventano figure, progetti, in relazione con lo spazio della carta scritta e quindi col mondo […] Molti dei personaggi raffigurati hanno offerto con la loro vita o la loro attività un modello di superamento di certe soglie: hanno scritto al di là della follia, agito nonostante le difficoltà contingenti, amato e parlato sfidando ostilità e incomprensione. Hanno mobilitato il corpo e il cuore per uscire allo scoperto, anche se questo fa diventare un bersaglio più facile da colpire. Che in molti casi si tratti di figure femminili non sorprende: il venire alla luce passa, originariamente, attraverso l’essere donna.”
Marina Lazzari
Il libro su Manuel Gonçalves Granada, nipote ritrovato, una storia da film...

Manuel Gonçalves Granada



“Buscando a Manuel.
La storia di Manuel Gonçalves Granada”

(scrittura cinematografica)
di
Fabio Bianchini, Renato Bonanni, Giancarlo Brancale, Jorge Ithurburu
24marzo Edizioni, 2012


"Questa avvincente sceneggiatura narra l’incredibile storia del recupero della mia identità e le vicende dei protagonisti che l’hanno resa possibile!
Sono nato in Argentina. Nel 1995 avevo 19 anni, mi chiamavo Claudio Novoa e vivevo una vita “normale” con Elena, mia madre adottiva. Sapevo di essere stato adottato e convivevo con quella realtà senza grandi problemi (…)!
Poi all’improvviso, un pomeriggio, arrivò a casa un antropologo forense per parlare con me e la mia vita cambiò per sempre!"


(dalla prefazione di Manuel Gonçalves Granada)











Il libro di Claude Mary sulla vita di Laura Bonaparte

Francesco Caporale
“Una voce argentina contro l'impunità.
Laura Bonaparte, una Madre de Plaza de Mayo”

di Claude Mary
24marzo Edizioni, 2012

Laura Bonaparte ha visto scomparire tra il 1975 e il 1977 in Argentina quasi tutta la sua famiglia: due figlie, un figlio con i rispettivi coniugi così come il padre dei suoi figli… Tutti portati via dalla più sanguinaria delle dittature. Laura e suo figlio maggiore hanno avuto la vita risparmiata solamente a prezzo di un esilio in Messico durato dieci anni.
Solidarietà: questa la parola attraverso cui Laura ci testimonia la forza che le ha permesso di non impazzire, di vivere e non di sopravvivere. Solidarietà ricevuta da Amnesty International, che lei a sua volta trasmette alle donne rifugiate che scappano dalla violenza e dalle dittature dell’America Centrale.
Al ritorno della democrazia in Argentina, Laura rientra nel suo paese reclamando Memoria, Verità e Giustizia per i trentamila desaparecidos.
Figura di punta delle Madres de Plaza de Mayo - Linea Fundadora, a Laura Bonaparte si deve che il centro di sterminio ESMA sia oggi un centro di formazione e di documentazione riconosciuto dall’UNESCO.

Claude Mary, giornalista freelance francese, vive da molti anni in Argentina. Già corrispondente di Libération, collabora attualmente con rue89.com e con diverse testate francesi e latinoamericane. Nel 1999 ha pubblicato per l’editore francese Plon questa biografia di Laura Bonaparte; volume tradotto anche in lingua spagnola dall’editore argentino Marea Editorial nel 2010.

Francesco Caporale, oggi Procuratore Aggiunto a Roma, è stato il Pubblico Ministero dei tre processi per i desaparecidos italiani che si sono celebrati tra il 1999 e il 2010. È sua la traduzione dal francese di questo libro che Laura Bonaparte gli fece avere dopo averlo conosciuto a Buenos Aires nel 1999.

Victoria Ginzberg, figlia di Irene Bruschstein e Mario Ginzberg, entrambi desaparecidos, è nipote di Laura Bonaparte. Attualmente è capo redattore del quotidiano argentino Página 12.



Le librerie...

I libri di 24marzo Edizioni si trovano nelle seguenti librerie:

Emilia Romagna:
- Libreria dei Colli – via Castiglione 91 – 40136 Bologna – tel. 051 6448663 – info.libreriadeicolli@gmail.com
– Libreria Ubik Irnerio – via Irnerio 27 – 40126 Bologna – tel. 051 251050 – bologna@ubiklibri.it
- Liberamente – via Leon Battista Alberti 38 – 48124 Ravenna – tel. 0544 201311 – info@liberamentelibri.net
– La Fenice Libreria – via Mazzini 15 – 41100 Carpi (MO) – tel. 059 641900 – fenicelibreria@libero.it
– Librerie Feltrinelli Rimini – Largo Giulio Cesare 4 – 47921 Rimini – tel. 0541 788090 – rimini@lafeltrinelli.it

Friuli Venezia Giulia:
– Libreria CLUF – via Gemona 22 – 33100 Udine – tel. 0432 295447 – cluf@iol.it
– Libreria In der tat – via Diaz 22 – 34123 Trieste – tel. 040 300774 bookshop_indertat@yahoo.com
– Cartolibreria Vecchiet – via Giacomo Matteotti 18 – 34071 Cormòns (GO) – tel. 0481 60717 info@cartolibreriavecchiet.com
– Libreria Editrice Goriziana – Corso G. Verdi 67 – 34170 Gorizia – tel. 0481 33776 – ordini@leg.it
– Libreria Ubik Udine – Piazza Marconi 5 – 33100 Udine – tel. 0432 1481718 – udine@ubiklibri.it
– Libreria Ubik Gorizia – Corso Giuseppe Verdi 119 – 34170 Gorizia – tel. 0481 538090 gorizia@ubiklibri.it
– W. Meister & Co. Libreria & Café – Piazza Vittorio Emanuele II, 1 – 33038 San Daniele del Friuli (UD) – tel. 0432 941271 – w.meister@libero.it

Lombardia:
- Libreria Àncora srl – via Larga 7 – 20122 Milano – tel. 02 58307006 libreria.larga@ancoralibri.it
– Libreria del Mondo Offeso – via Cesare Cesariano 7 – 20124 Milano – tel. 02 36520797 info@libreriadelmondooffeso.it
– Libreria Largo Mahler – via Conchetta 2 – 20136 Milano – tel. 02 36536365 libreria@largomahler.it
– Libreria dei Popoli – via Piamarta 9 – 25121 Brescia – tel. 030 3772780 libreria@saveriani.bs.it
– Centro Libri srl – via Luigi Galvani 6 – 25010 San Zeno Naviglio (BS) – tel. 030 3539392 info@centrolibri.it
– Libreria Pegaso – via Mazzini 109 – 46043 Castiglione delle Stiviere (MN) – tel. 0376 944544 – pegasolib@gmail.com
– Libri e Libri srl – via Italia 22 – 20052 Monza – tel. 039 2300657 – liblib@librerieunite.it
– il Dondolibro – Vicolo dell’Assunta 2 – 21052 Busto Arsizio (VA) – tel. 0331 333849 – ildondolibro@alice.it

Liguria:
- Libreria L’Amico Ritrovato – Luccoli 98/r – 16123 Genova – tel. 010 3014803 – libreria@amicoritrovato.it

Piemonte:
– Libreria Il Punto – via Al Teatro Alfieri 5 – 14100 Asti – tel. 0141 595386 – libreriailpunto@alice.it
– Libreria Il Ponte sulla Dora – via Pisa 46 – 10153 Torino – tel. 011 19923177 – info@ilpontesulladora.it

Marche:
– Montefeltro Libri – Piazza Repubblica 13 – 61029 Urbino (PU) – tel. 0722 329523 – montefeltrolibri@libero.it
– Libreria Mondadori – corso Giacomo Matteotti 184 – 61032 Fano (PU) – tel. 0721 829918 mondadori_fano@tin.it

Veneto:
– Libreria Mondadori Corbel – Piazza Vittorio Emanuele II 16 – 45100 Rovigo – tel. 0425 471619 – mondadorirovigo@libero.it
– Bottega del Libro – via Garibaldi 57 – 35013 Cittadella (PD) – tel. 049 5970269 – bottegalibro@gmail.com
– Libreria LAB – corso Martiri della Libertà 19 – 30026 Portogruaro (VE) – lab.bookstore@gmail.com
– libreria Progetto – via Marzolo 28 – 35131 Padova – tel. 049 665585 – tecnica@librerieprogetto.it
– Libreria Al Segno – Calle Beccherie 4 – 30026 Portogruaro (VE) – tel. 0421 760833 – alsegno1@alice.it
– Libreria Zanetti – piazza Oberkochen 27 – 31044 Montebelluna (TV) – tel. 0423 604748 – info@libreriazanetti.it
– Libreria Galla 1880 – Corso Andrea Palladio 11 – 36100 Vicenza – tel. 0444 225200 – librarsi.vicenza@gmail.com

Lazio:
– Libreria Arion – via Cavour 255 – 00184 Roma – tel. 06 4882821 – monti@libreriearion.it
– Libreria del Viaggiatore – via del Pellegrino 78 – 00186 Roma – tel. 06 68801048
– Libreria Valdese Claudiana – piazza Cavour 32 – 00193 Roma – tel. 06 3225493 libreria.roma@claudiana.it
– Libreria Odradek – via dei Banchi Vecchi 57 – 00186 Roma – tel. 06 6833451 odradek@tiscali.it
– Libreria Giuridica – interno Tribunale Penale PAL. A – via Varisco 20 – 00195 Roma – libreriamassei@libero.it
– Libreria Tra le Righe – viale Gorizia 29 – 00198 Roma – tel. 06 85354165 info@libreriatralerighe.it
– Libreria Odradek – via Roma 47/49 – 01017 Tuscania (VT) – tel. 0761 823916 – macheneso82@libero.it

Toscana:
- Libreria Rinascita – via Ridolfi 53 – 50053 Empoli (FI) – tel. 0571 72746 – interno@libreriarinascita.it
– Il Libraio – Calata Mazzini 9 – 57037 Portoferraio (Isola d’Elba – LI) – tel. 0565 917135 – libraio@elbalink.it

Puglia:
- libreria Voltalacarta – via Atene 39 – 73021 Calimera (LE) – tel. 0832 873777 – libreriavoltalacarta@gmail.com
– c/o libreria Miranfù – via Pisa 48/54 – 76125 Trani (BT) – tel. 0883 480078 – kiriku50@hotmail.com

Abruzzo:
- libreria Alì Babook – via di Donato 18 – 64026 Roseto degli Abruzzi (TE) – tel. 085 2192516 – alibabook@gmail.com

Librerie online e commissionarie librarie:

24marzo Edizioni

logo 24marzo Onlus


Catalogo 24marzo Edizioni >>>


 Versione stampabile


Diritti umani in Argentina
Organismi storici
- Madres
- Abuelas
- Familiares
- M.E.D.H.
- C.E.L.S.
- A.P.D.H.
- Liga
- Serpaj


Processo Mastinu in Argentina

Cerca