24Marzo.it
24marzo Onlus
Chi siamo
Statuto
Attività 2020
Attività 2019
Attività 2018
Attività 2017
Attività 2016
Attività 2015
Attività 2014
Attività 2013
Attività 2012
Attività 2011


Processi in corso
Sentenza Appello CONDOR
Sentenza CONDOR
Appello CONDOR
Processo CONDOR
Vittime, avvocati e imputati
Preliminari CONDOR
Processo MALATTO
Estradizione KLUG

Processi 1999-2011
Processo PODLECH
Processo MASSERA
Preliminari MASSERA
Comitato MASSERA
Cassazione ESMA
Appello ESMA
Processo ESMA
Processo RIVEROS
Padre TEDESCHI

Con "Abuelas de Plaza de Mayo"
Uffici, telefoni, indirizzi
Film "La vida de Estela"

Arte e Memoria
"IDENTIDAD DESAPARECIDA"
"AUSENCIAS"
"DISEGNI SUI GIORNALI"
"AYOTZINAPA"

24marzo Edizioni
"ESTELA", biografia di E.Carlotto
"Note a margine..."
"I ragazzi dell'esilio"
"Una voce argentina..."
"Buscando a Manuel"
"Il silenzio sopra le parole"
Catalogo
E-book
Distribuzione
"Vite senza corpi"


Log In
Username

Password





Juan Carlos Dante Gullo

Dante Gullo
Juan Carlos Dante Gullo è nato a Buenos Aires l’8 giugno 1947, figlio di emigranti calabresi. Suo padre Umberto Gullo era nato a Fuscaldo (CS) nel 1912, mentre sua madre, Angelamaria Aieta, era nata nel 1921 a Fuscaldo Marina.

A partire del 1968 s’impegna in favore dei prigionieri politici e sindacali. Nei primi anni ‘70 diventa uno dei referenti delle correnti progressiste e peroniste del movimento studentesco; poi diventa responsabile della “Gioventù Peronista” di Buenos Aires.

Il governo progressista del Presidente Héctor Campora nel 1973 lo nomina Ministro della Gioventù (Secretario de Estado) ed egli promuove campagne di solidarietà per le vittime delle alluvioni (Operación Dorrego) ed una intensa attività internazionale in seno al Movimento dei Paesi Non Allineati.

Nel 1975 viene arrestato e messo a disposizione dell’esecutivo (PEN), rimase detenuto e senza processo in diverse carceri argentine fino all’ottobre del 1983 (8 anni e 8 mesi di prigione). Sua madre diviene allora una delle prime attiviste nella difesa dei prigionieri politici e nella denuncia dei crimini della dittatura.

Nel 1979 il fratello minore di Dante, Salvador Jorge Gullo, viene sequestrato ed anche lui oggi è un desaparecido. La sua prima moglie, Graciela Ojeda ed altri fratelli sono stati più volte arrestati e liberati durante gli anni della dittatura militare.

Negli anni ’80, uscito dal carcere, entra a far parte di una delle principali Ong di tutela dei diritti umani, l’Assemblea Permanente per i Diritti Umani (APDH). Attualmente è uno degli esponenti della "Plataforma Latinoamericana" dove s'impegna nella lotta all’impunità, nella promozione dei diritti economici e sociali, e nella diffusione del “bilancio partecipativo”.



Processo ACOSTA ed altri


Dante GULLO
Humberto GULLO
Leopoldo GULLO
Hebe LORENZO

Giornalisti e operatori si debbono accreditare preventivamente via fax
inviando una nota indirizzata al:

Presidente della II° Corte d'Assise di Roma
Dott. Mario Lucio D'Andria
Fax: 06 411 2793


 Versione stampabile


Diritti umani in Argentina
Organismi storici
- Madres
- Abuelas
- Familiares
- M.E.D.H.
- C.E.L.S.
- A.P.D.H.
- Liga
- Serpaj


Processo Mastinu in Argentina

Cerca