20.6.2000 - Marta Francese Bettini


Stato

Presidente: MARIO D'ANDRIA
Giudice a Latere: STEFANO PETITTI
Pubblico Ministero: FRANCESCO CAPORALE
Cancelleria: ORIETTA CALIANDRO

UDIENZA DEL 12.6.2000
Esame del teste: MARTA FRANCESE BETTINI



ALLA RIPRESA

PRESIDENTE: Allora, con il prossimo teste cerchiamo di rivolgere domande precise su fatti specifici e non sulla storia eh? Possibilmente.

VOCI: (in sottofondo).

PRESIDENTE: se vogliamo dare la precedenza a quelli che non possono tornare...

P.M.: sì, no ma infatti adesso sarà sentita la Signora BETTINI che è un teste della Parte Civile, della Presidenza del Consiglio.

VOCI: (in sottofondo).

ESAME DEL TESTE FRANCESE MARTA (vedova BETTINI).-

PRESIDENTE: buongiorno, si può accomodare. Non parla italiano lei, vero?

INTERPRETE: (...).

PRESIDENTE: allora si vede impegnare a dire la verità e deve dare le sue generalità.

INTERPRETE: non parla l'italiano.

PRESIDENTE: sì.

INTERPRETE: (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: sì, giuro di dire la verità, giuro in nome di Dio e dei "Desaparecidos".

PRESIDENTE: come si chiama?

INTERPRETE: (...).

BETTINI M.: MARTA DEL CARMEN FRANCESE DE BETTINI.

INTERPRETE: (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: sono nata il 17 luglio del 1924. (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: nata a CITTA' DE LA PLATA, nella provincia della capitale dell'ARGENTINA, BUENOS AIRES.

PRESIDENTE: sì, può rispondere all'Avvocato De Figueiredo.

AVV.DE FIGUE.: signora nel 1976 come era composta la sua famiglia?

INTERPRETE: può ripetere la domanda per cortesia.

AVV.DE FIGUE.: nel 1976 come era come composta la sua famiglia.

INTERPRETE: (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: nell'anno 1976...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...la mia famiglia era una famiglia normale.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: era composta da mio marito...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ANTONIO BETTINI SPINOLA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...di cinquantanove anni di età...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...Dottore in Diritto...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...Avvocato, Procuratore Generale...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...Cattedratico di Diritto Civile e famiglia e successione...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e Filosofia del Diritto...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...presso diverse Università de LA PLATA e di BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...sia pubbliche che private.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: come per esempio di SALVADOR del gesuita... che si trova a BUENOS AIRES.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: era Presidente dell'Azione Cattolica Universitaria...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...del Movimento Familiare Cristiano...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ossia di mis... e comunione di area.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: i miei figli ne avevo quattro...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...due maschi e due femmine...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...la più grande...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...era un'Avvocatessa...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...era sposata con l'Ufficiale della Marina di guerra JORGE DEVOTO.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: che si ritirò nel 1975...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...conservava il grado e l'utilizzo della divisa.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: i due figli maschi, CARLOS e MARCELO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...erano studenti della Facoltà di Diritto CARLOS.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e MARCELO era studente di Ingegneria Agronoma.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: la più piccola TERESITA e non TERESA ma TERESITA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...studente delle medie perché aveva sedici anni all'epoca.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: così era composta la mia famiglia.

AVV.DE FIGUE.: signora la sua famiglia, qual era il livello economico, avevate proprietà, terreni, altri possedimenti, averi?

INTERPRETE: (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: sì Dottore...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...avevamo un livello sociale e culturale ed economico alto.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: avevamo molte proprietà...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...dei terreni, degli appartamenti...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...avevamo molto bestiame anche...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e avevamo un'azienda agricola... (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: di allevamento.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: avevamo anche degli alberghi a MAR DE PLATA, una catena di alberghi...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...avevamo anche una banca.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: non so cosa altro dire, avevamo molte proprietà.

AVV.DE FIGUE.: grazie. Signora, ci può... può raccontare alla Corte delle vicissitudini dei sequestri e di quant'altro la sua famiglia fu vittima e farlo in ordine cronologico per piacere.

INTERPRETE: (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: va bene.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: nell'anno 1976...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...eravamo ritornati da un viaggio in EUROPA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...insieme a mia madre e mio marito e la minore delle mie figlie.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: cercavamo in EUROPA di solito...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ci siamo trattenuti durante tre mesi e al nostro ritorno...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...è iniziata la tragedia della nostra famiglia.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e il giorno 9 novembre del 1976...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...è scomparso mio figlio MARCELO BETTINI.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: sia mio figlio CARLOS come mio figlio MARCELO appartenevano alla huentù... nelle Università Peroniste, le "huentù Universitarie Peroniste".

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: era il periodo degli esami...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...lui studiava, preparava gli esami...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e un giorno non fece ritorno.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: abbiamo iniziato a cercarlo...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...a cercarlo presso l'abitazione degli amici...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...nei luoghi dove lui poteva essere rimasto a studiare...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ma non l'abbiamo trovato.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: sono state delle giornate terribili.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e della base Navale di RIO SANTIAGO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...è un'isola vicino LA PLATA, dove c'è la Scuola Navale.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: un Ufficiale chiamò mio genero, il Tenente DEVOTO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e gli spiegò quando lui ci si è recato...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e gli ha fatto vedere un telegramma interno delle Forze Congiunte...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...dove spiegavano che mio figlio era stato ucciso...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e che dovevamo recarci in un Commissariato ben preciso nella CITTA' DE LA PLATA.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: presso questo Commissariato...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...in effetti lì ci confermarono, la Polizia aveva notizie che era stato ucciso con colpi di arma da fuoco per strada...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...sapevano che era lui perché aveva con sé i documenti regolari...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ed inoltre non era armato.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e che era seppellito con la dicitura "nn", che vale a dire senza nome...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...presso il Cimitero de LA PLATA in una fossa comune.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: prima di arrivare a questo punto a mio marito era stato concesso, vista la qualità di Magistrato, la sua qualità di Magistrato...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...non soltanto di fare ricerche presso gli ospedali, i Commissariati, ma anche all'obitorio.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: alla "morghe" lui trovò qualcosa di patetico...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...c'erano tantissime salme...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ....gente assassinata...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...con un cartello con cui veniva indicata la data in cui questi cadaveri dovevano essere presentati, apparire come tali.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: abbiamo dovuto aspettare qualche giorno per far sapere che eravamo a conoscenza della notizia che era pervenuta a mio genero.

BETTINI M.: (...)

INTERPRETE: in seguito nel cimitero...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...volevamo recuperare i resti per poterlo riportare alla tomba di famiglia...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...per far sì che questo potesse avvenire hanno dovuto scoprire presso la fosse comune moltissimi cadaveri.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: fra essi c'era il cadavere di un amico di mio figlio, un Medico...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...i cui genitori lo cercavano credendo che lui fosse in vita.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: il riconoscimento del cadavere di mio figlio...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...come quello del suo amico...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...lo ha realizzato mio genero, il Tenente DEVOTO.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: in fine lo hanno passato in un'altra bara...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e l'hanno portato alla tomba di famiglia.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: era agli inizio dell'estate '76/'77...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...periodo in cui noi passavamo tre mesi al MAR DEL PLATA, dove avevamo la nostra residenza estiva.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: prima che siamo andati via gran parte della città è venuta a trovarci, a farci visita.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e in quel momento ancora avevamo degli amici.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: dopo l'estate...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ossia dicembre, gennaio, febbraio dell'anno successivo...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...mio marito il Dottor ANTONIO BETTINI SPINOLA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...doveva ritornare a... (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: a BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...sì, per fare gli esami che lì si chiamano "di marzo", però lui essendo Docente era lui che doveva...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: quando siamo ritornati a BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...mia madre ci ha avvertiti che avevano sequestrato...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...l'Autista della nostra famiglia...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che avevano perquisito, avevano derubato presso una specie di garage dove si affittavano i posti macchina che erano di nostra proprietà.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: in quel momento noi ci trovavamo a BUENOS AIRES, anche se abitavamo a LA PLATA.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: avevamo una casa a BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e dall'attività delle cattedre di mio marito abitavamo in un periodo in una casa e un periodo in un'altra.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: abbiamo chiesto alla Polizia Federale, abbiamo fatto molte pratiche...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...c'è stato detto di recarci a LA PLATA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...però di non andarci io...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...di andare mio marito e di essere accompagnato da qualche persone, però che non fossi io.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: a LA PLATA lo accompagnò mio genero, il Tenente DEVOTO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...presso la Polizia Federale lui è stato ricevuto da persone che erano molto armate, avevano molte armi.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ed è arrivato un Ufficiale Superiore della Marina...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che veniva da RIO SANTIAGO per incontrarsi con mio genero.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: gli ha chiesto se era armato...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e gli disse: "lei non avrà dei problemi..."...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ..."...non posso dire la stessa cosa riguardo a suo suocero"...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...lì apparentemente non avevano delle notizie...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...dell'Autista.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e gli hanno detto di recarsi presso diversi Commissariati della città.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: mentre si stavano recando a uno di questi Commissariato...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...li seguiva una macchina, con all'interno della gente armata...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...si mise per traverso davanti alla macchina nostra...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...sono saliti in macchina con delle armi.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e sia marito che il mio genero puntando... puntandogli in testa quella pistola dalla parte di dietro...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...gli hanno fatto guidare fino al bosco de LA PLATA.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: nel bosco hanno fatto scendere mio marito dalla macchina, erano molto nervosi...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...gli hanno messo un cappuccio in testa...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...con mali modi, con brutte parole, molto nervosi...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e l'hanno fatto salire in una macchina loro e mio marito è stato portato via.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: a mio genero l'hanno minacciato, gli hanno detto di non muoversi e gli hanno tolto le chiavi della macchina.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ha atteso per un po' di tempo, successivamente ha chiesto dell'aiuto.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ci chiama a BUENOS AIRES per telefono...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e chi spiega che mio marito è stato sequestrato.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: mio genero disse che lui sarebbe rimasto a LA PLATA a fare delle pratiche...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...lui fece di fatto...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...lui fece delle pratiche a LA PLATA, noi abbiamo fatto delle pratiche, delle indagini BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...DEVOTO JORGE firmò una "habeas corpus" in favore di mio marito.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: JORGE non ha mai saputo che... in quella notte mentre lui era a LA PLATA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...Ufficiali della Marina di guerra...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...hanno perquisito l'appartamento del Tenente DEVOTO e di mia figlia...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e lo hanno praticamente derubato di tutto.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: lui non lo seppe e adesso spiegherò qual è il motivo.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: non fu una perquisizione e un'irruzione, cioè... in cui rubarono in modo comune...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...rubarono tutto quello che c'era di valore...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...la porcellana...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...l'argenteria...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...i quadri.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ed inoltre una cosa molto specifica...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che erano le divise da Marinaio...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...la spada di JORGE...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e gli scudi delle navi alle cui lui ha appartenuto in dotazione.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: d'altra parte nel frattempo io a BUENOS AIRES ho fatto molte indagini...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...il Decano della Facoltà di SALVADOR, il Dottor...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...LEVENE (come da pronuncia).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: con l'Arcivescovo de LA PLATA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...il potere giudiziario, l'Università...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...l'Episcopato Argentino...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...collegi di Avvocati, ma nulla.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: tutti dicevano che si trattava di un errore...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e che mio marito sarebbe comparso da lì a poche ore.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: mio marito non... non ricompariva.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e il mio genero attraverso la sua famiglia...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ho già detto che JORGE era Ufficiale della Marina di Guerra...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e conservava il grado e la divisa.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: era uno specialista nel controllo di armi sottomarine.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: si era ritirato nel 1975...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ed era un Ufficiale della Flotta IPF...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...giacimenti...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...petroliferi fiscali.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: il più... il maggior organismo di combustibili dell'ARGENTINA.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: che essi aiuta i suoi familiari...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e compagni...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...tutta la famiglia apparteneva alla Marina, ci aveva lo zio...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che era Ammiraglio...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...l'Ammiraglio LARINIO (come da pronuncia).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: suo cugino...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...era MARCO GIOVATO (come da pronuncia), era Capitano di fregata.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: suo fratello era un Ufficiale della Polizia Federale.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: tutti quanti dissero che l'avrebbero aiutato...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e fissarono un incontro con i capi della Marina, nel SIM (o simile).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e questo comando... (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: il comando in capo dell'armata, presso l'edificio Libertà di BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...allora alcuni dei suoi familiari disse che l'avrebbe accompagnato.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: però né gli Ufficiali del servizio dell'"INTELLIGENCE"...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...navale...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...né i compagni, né i familiari...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...nessuno lo accompagnò.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: entrò nell'edificio Libertà..

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...il 21 marzo del 1977...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e non è mai più uscito.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: poiché non faceva ritorno abbiamo ritenuto che era stato sequestrato.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: abbiamo chiesto tramite telefono a suo cugino LOBATO (come da pronuncia)...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ci dissero che la Marina lo teneva con sé perché lo proteggeva.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: mai abbiamo saputo perché, da cosa lo volevano proteggere.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: però ci hanno detto comunque che ci aveva chiesto un riscatto.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: siccome non succedeva nulla, né ci veniva chiesto un riscatto, né compariva nessuno dei nostri sequestrati...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...abbiamo deciso di andare via dal Paese...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...con la parte restante della famiglia.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ci siamo recati a MONTEVIDEO, URUGUAY...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...perché siamo andati a MONTEVIDEO, perché io avevo i familiari e anche molti amici a MONTEVIDEO.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: il Ministro degli Interni era coniugato con una mia cugina, era URUGUAY, Ministro dell'URUGUAY.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e cosicché non ricomparendo né mio marito e né mio genero, le persone con le quali parlavamo continuavano ad insistere...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ci dicevano sempre che era un errore e che sicuramente da lì a pochi giorni sarebbero ricomparsi.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: presi contatto con l'Episcopato brasiliano, il quale ci consigliò...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che comunque si è comportato molto bene con noi...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...è curioso che sia molto diverso dall'Episcopato argentino...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che erano tutti amici di mio marito...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...si recavano presso le nostre residenze estive e venivano anche di solito a mangiare presso la nostra casa.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ma non hanno voluto né ascoltare, né sapere, né fare nulla per noi.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: mi piacerebbe che rimanesse chiara la complicità dell'episcopato argentino...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...con la dittatura militare...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...con la dittatura dei militari.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: l'epi... mi scusi...

BETTINI M.: più

INTERPRETE: l'Episcopato brasiliano ci disse...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ci chiese "avete bisogno di denaro, avete bisogno di documenti?"...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ma mi disse: "per favore signora, vada via dal continente".

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: questo l'avevamo già sentito attraverso il Tenente DEVOTO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...la complicità che c'era tra i diversi eserciti dei diversi Paesi latino americani...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...BRASILE, URUGUAY, CILE,...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...PARAGUAY e ARGENTINA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...il famoso "Operativo CONDOR", "Operazione CONDOR".

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: grazie a Dio avevamo dei documenti...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...non ci occorreva aiuto economico...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...però abbiamo fatto i biglietti aerei per venire in EUROPA.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: in SPAGNA in concreto...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...perché avevamo degli amici, mio marito era stato invitato in varie occasioni a congressi, a conferenze...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e anche l'aiuto della lingua che era la stessa...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...era importante per poter continuare le gestioni dall'EUROPA.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: di fatto non arrivammo a MADRID...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: chiedo scusa. Di fatto non appena siamo arrivati a MADRID siamo usciti con mia figlia...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: con mio figlio.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: abbiamo girato per l'ITALIA, abbiamo visto il Vaticano...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...la SVIZZERA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...la FRANCIA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...SPAGNA.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: tutti quanti hanno voluto aiutarci e di fatto hanno fatto molte pratiche.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: perfino il Re di SPAGNA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...i Governi, tutti quanti...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ma nessuno riuscì a sapere qualcosa.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: durante tutti questi mesi in cui abbiamo fatto delle pratiche...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...abbiamo saputo...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che una specie di villino che avevamo, insomma uno chalet per il fine settimana, una villa...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...molto vicino a LA PLATA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...si chiamava LOS AROMOS...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...a marzo del 1977...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...era stata saccheggiata dall'Esercito.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: avevano allontanato le persone che la custodivano, i custodi...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: portarono due uomini e una donna...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...li hanno fucilati praticamente...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e con le mitragliette hanno mitragliato in pratica tutta la villa.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: li hanno uccisi all'interno della villa.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: successivamente portarono via le salme nelle ambulanze...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e hanno derubato tutto, i mobili, il mobilio...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e addirittura hanno dissotterrato i motori della forza motrice della piscina.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: tutto quanto è stato documentato dalle persone... (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: dai custodi che avevano assistito.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: è stato documentato in un film che è stato girato, che prima l'ha trasmesso la GERMANIA e poi la televisione spagnola...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...intitolato "TOIS ALSENTIA" (come da pronuncia) "TUTTO E' ASSENZA".

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: l'hanno girato nella nostra casa a MADRID.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: in seguito si sono recati in ARGENTINA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e hanno girato nella nostra villa.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: si vedono persino i custodi che raccontano tutto ciò che io sto adesso raccontando.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: per continuare cronologicamente con tutto quanto...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...devo dire...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che nel mese di novembre del 1977...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...mia madre che all'epoca aveva settantasei anni...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...era vedova...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...figlia di francesi...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...coniugata con un italiano.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: era nella società di... nell'alta società argentina.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: si dedicava alle opere di carità...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e amministrava anche tutte le nostre proprietà.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: il giorno 3 novembre del 1977...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...verso mezzogiorno...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...persone armate...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...hanno fatto irruzione nella sua abitazione.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: viveva da sola con il personale di servizio.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: l'autista che inizialmente era stato sequestrato... (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...era stato rilasciato in libertà.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: aveva visto mio marito con un cappuccio in testa...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ossia, lui col cappuccio in testa e anche mio marito col cappuccio in testa.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: li hanno messi insieme...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e gli hanno detto: "TEMPERONE..." che era il cognome del custode...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ..."...parli tranquillo, che il Dottor BETTINI è accanto a lei".

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: mio marito spiegò che era un impiegato della nostra famiglia da molti anni...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...quasi cinquanta anni...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che stava a casa nostra, nella famiglia.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: dopo questo l'autista viene rilasciato in libertà.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: però lui seppe e spiegò a mia madre...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che mio marito era stato torturato.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ma fu l'unica cosa che disse...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che era stato a "LA CACHA"...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e che da lì fu portato via.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: successivamente fu sequestrato di nuovo e fu di nuovo rimesso in libertà.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: bene, adesso continuo con mia madre.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: questo l'ho detto per spiegare che l'autista quando mia madre viene sequestrata...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...era presente.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: gli fanno delle domande e se la signora risponde...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ritorna a pranzare.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ma mia madre non fece ritorno.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: si sono fatte tantissime pratiche...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...noi dall'EUROPA.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e alcuni amici che erano rimasti...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...fecero qualcosa per mia madre a CITTA' DE LA PLATA.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: lei viene sequestrata da gente che era agli ordini...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...del Generale CAMPS...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che nella catena gerarchica veniva sotto cioè MASON.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: di mia madre non abbiamo più saputo nulla neanche.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: abbiamo saputo per esempio...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...nel 1984.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: il fatto di mia madre è avvenuto a novembre del 1977.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: abbiamo fatto migliaia di pratiche...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...in ogni parte del mondo.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e nel 1984 la Commissione SABATO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...un pentito...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...testimoniò dinanzi la Commissione SABATO e anche dinanzi il Tribunale...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che aveva partecipato al sequestro di mio marito.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e fornì nomi e cognomi.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: un commando che era composto da Sottufficiali dell'Esercito....

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...VAELIO (come da pronuncia)...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...dal Commissario PACECO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...da CARLOS CASTIGLIO che veniva soprannominato "EL INDIO"...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e avevano consegnato mio marito a "LA CACHA".

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: in quello stesso periodo...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...mio marito viene allontanato dalla cattedra della CITTA' DE LA PLATA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...perché il Decano riferiva che mio marito non aveva giustificato le sue assenze.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: nell'anno 1987...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...dieci anni dopo il sequestro di mia madre...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...il Pubblico Ministero ESTRASERA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che fu il Pubblico Ministero nel processo ai Comandanti in capo...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...nell'anno 1985 a BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...mi comunicò tramite telefono...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...da BUENOS AIRES a SPAGNA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che era stata trovata la salma di mia madre...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...in una fossa comune...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...con altre duecento salme...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...presso il cimitero di AVEIANERA (come da pronuncia) che è un sobborgo di BUENOS AIRES.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e che i suoi resti erano stati identificati da da un'equipe di Medici, gli Antropologi forensi.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: mi disse che aveva in suo possesso i resti di mia madre.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: chiesi i resti, però mi dissero che ne avevano bisogno perché quelli erano dei motivi per cui avrebbero chiesto l'estradizione di SUAREZ MASON.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: passò il tempo e SUAREZ MASON non fu giudicato come noi aspettavamo.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e quindi di nuovo chiesi i resti di mia madre.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: non c'era modo che mi fossero consegnati.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: mi recai a GINEVRA dove lui era stato designato Ambasciatore...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...fino a che finalmente mio figlio si recò a BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e con un ordine della Suprema Corte di BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...gli furono consegnati i resti.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: però è curioso che nel cimitero de LA PLATA dove noi volevamo collocare i resti presso la tomba di famiglia...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...chiedevano... (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...il certificato di morte.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e erano passati dieci anni.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: nel mese di ottobre del 1997...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...un Ufficiale della Marina di guerra argentina, un pentito...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...di nome SCILINGO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...dichiara dinanzi il Giudice GARSON (come da pronuncia) a MADRID...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e anche in una trasmissione televisiva...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che lui aveva partecipato ai "voli della morte".

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e che tra le migliaia di persone lui ricordava...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...il nome del Tenente DEVOTO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...perché era l'unico che prima di essere stato gettato in mare non era stato drogato.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: questo uomo dopo smentisce quello che ha detto...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...però conferma quello che riguarda il Tenente DEVOTO.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: queste sono le ultime notizie che abbiamo avuto riguardo ai nostri "Desaparecidos".

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: devo aggiungere una cosa molto importante...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...per riportarmi all'"Operazione CONDOR".

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: quando eravamo a MONTEVIDEO abbiamo affittato un appartamento...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...a CARRASCO in spiaggia, in un balneario...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...per non essere notati e passare come turisti...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...però ci accorgevamo che tutti quanti avevamo paura...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...era troppo vicina BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e ci siamo recati in BRASILE.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e ho già spiegato precedentemente dal BRASILE siamo andati via dal continente.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: quando siamo arrivati in EUROPA abbiamo chiamato telefonicamente mia madre, adesso sto tornando un po' indietro nel tempo...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ci spiegarono che la Marina argentina...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...si era recata a MONTEVIDEO e insieme alla Marina uruguaiana...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...avevano sequestrato tutti i nostri familiari e avevano fatto irruzioni in tutte le nostre proprietà, anche nella nostra casa di... CARRASCO?

BETTINI M.: CARRASCO.

INTERPRETE: di CARRASCO.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e erano stati torturati...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e chiedevano in continuazione delle bambine del Tenente DEVOTO.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: quelle bambine avevano uno e tre anni quando sono andate via insieme a mia figlia, da BUENOS AIRES.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: hanno rilasciato i miei parenti uruguaiani grazie alle pratiche che ha fatto mio cugino, il Ministro uruguaiano. (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: UALTER RAVENA (come da pronuncia).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: tra tutte le pratiche che abbiamo fatto, c'è per esempio l'"habeas corpus"...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...in favore di mio marito, il Dottor ANTONIO BETTINI...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...in favore di mio genero e il Tenente DEVOTO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...quelle penali...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...testimonianze dinanzi alla Commissione Sabato nell'anno 1984...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...sono stati testimoni nei processi, nei confronti delle Giunte Militari.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: il nostro caso è uno di quelli che sta incluso al processo ai militari nell'anno 1985.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ci siamo recati per la prima volta a BUENOS AIRES in un viaggio ufficiale che fece il Presidente spagnolo PHILIPE GONZALES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...quando ALFONSIN prende il potere nel 1983...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...ossia quando inizia la Democrazia.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: in quel periodo breve della presa del potere, ALFONSIN, siamo stati invitati...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...per poter fare delle istanze dinanzi ai nuovi Ministri...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...perché ci garantivano che c'erano dei "Desaparecidos" in vita...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che però non era vero.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: in SPAGNA ci siamo recati dinanzi il Giudice GARSON...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...nell'anno 1997...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...per le dichiarazioni di SCILINGO...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che riguardavano anche mio genero, il Tenente DEVOTO.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ci siamo presentati anche, perché ci ha citato la Corte Federale di BUENOS AIRES...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...nei processi per la verità...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e la destinazione finale degli scomparsi...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...che è avvenuta nell'anno 1998.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: nell'anno 1999...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...abbiamo deposto dinanzi alla Corte Federale de LA PLATA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...nel processo per la verità che ancora oggi è in corso.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: in questo modo penso di aver raccontato in modo cronologico, più o meno.

PRESIDENTE: ci sono altre domande?

AVV.DE FIGUE.: una domanda soltanto, se ha conosciuto o conosce i Generali SUAREZ MASON e RIVEROS, e in che occasione.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: al Generale RIVEROS no.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: a SUAREZ MASON non personalmente.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ma una delle sorelle di mio marito...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...una suora salesiana...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...di BAHIA BLANCA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...il luogo che fu zona di SUAREZ MASON...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e l'Arcivescovo di BAHIA BLANCA...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...gli diede la denuncia...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...a mia cognata, alla suora...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...per SUAREZ MASON al quale chiedeva di indagare, per avere notizie di suo fratello.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: la ricevette...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...e le disse che lui non sapeva nulla...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ..."è la cosa migliore che può fare, sorella..."...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ..."...e ritornare rapidamente nel suo Convento".

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: SUAREZ MASON è l'unico militare che fugge dall'ARGENTINA e l'altra versione che abbiamo avuto è quando viene chiesta la sua estradizione.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: negli STATI UNITI subisce un processo.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: uno dei processi che gli fanno lui lo perde.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: e il governo argentino chiede l'estradizione.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: agli STATI UNITI.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: fra i casi per i quali venne chiesta l'estradizione...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...figuravano il caso di mia madre e di mio marito.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: tutto questo è stato pubblicato...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: ...nel quotidiano "LA NAZION DE BUENOS AIRES".

AVV.DE FIGUE.: io avrei finito Presidente, faccio rispettosamente osservare che questo caso anzi, questi casi sono... risultano accertati come caso numero 164 e caso numero 165 nella Sentenza del 9 dicembre '85 ovvero i documenti 3 e 4, della nostra memoria dell'anno scorso e questo a dimostrazione di quello che è avvenuto a questa pericolosa famiglia di sovversivi, avrei finito Presidente.

PRESIDENTE: Pubblico Ministero domande?

P.M.: nessuna Presidente, grazie.

PRESIDENTE: Difensori di Parte Civile?

AVV. GENTILI: sì Avvocato Gentili, Difensore di Parte Civile. Solo due domande alla signora, la prima domanda è se sa il nome di quel collaboratore che davanti ala Commissione CONADEP di ERNESTO SABATO parlò del suo familiare.

INTERPRETE: (...).

BETTINI M.: (...).

AVV. GENTILI: io ho un nome ma non lo suggerisco, perché vorrei...

INTERPRETE: nel rapporto di SABATO. (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: il pentito?

AVV. GENTILI: se conosce il nome di questo...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: è il Sottufficiale dell'Esercito VAELIO.

AVV. GENTILI: è anche un nostro teste per il caso CARLOTTO, esattamente.

INTERPRETE: (...).

BETTINI M.: (...).

AVV. GENTILI: la seconda domanda...

INTERPRETE: è vero, in effetti si tratta della stessa persona.

BETTINI M.: (...).

AVV. GENTILI: grazie.

INTERPRETE: fa anche il nome della figlia della Signora CARLOTTO, sì.

AVV. GENTILI: esatto. Un'altra domanda lei ha detto che SCILINGO ha parlato del Tenente DEVOTO?

INTERPRETE: (...).

AVV. GENTILI: della scomparsa nel volo del Tenente DEVOTO, può aggiungere qualche particolare, se lo ha appreso, sulla scomparsa del suo familiare?

INTERPRETE: (...).

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: no, perché lui si è chiuso intorno al nome delle persone che venivano gettati in mare nei "voli della morte", tranne che nel caso del Tenente DEVOTO.

AVV. GENTILI: lei disse prima però che la narcosi non funzionò se ho capito bene, se non ho capito male la dichiara... lo disse SCILINGO.

INTERPRETE: (...).

BETTINI M.: (...).

AVV. GENTILI: no, no, disse ripetendo...

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: no, non è stato in questo modo.

AVV. GENTILI: ...la testimonianza di SCILINGO.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: no, chiedo scusa.

BETTINI M.: (...).

INTERPRETE: no, il Tenente DEVOTO non fu drogato.

AVV. GENTILI: grazie, non avevo capito, grazie.

PRESIDENTE: altre domande da parte dei Difensori? Nessun'altra domanda, si può accomodare, può andare grazie.

VOCI: (in sottofondo).

BETTINI M.: grazie.

PRESIDENTE: grazie a lei. Facciamo entrare un altro teste.

P.M.: sì, NORMA BERTI, NORMA BERTI.

VOCI: (in sottofondo).