Jorge Ithurburu


IthurburuNato a Las Heras, in Argentina, il 5 agosto 1959.
Vive in Italia dal 1980. Attualmente risiede a Roma.


Si é laureato in Scienze Politiche (con 110 e lode) a Milano ed ha conseguito un Master in "Diritti Umani e Cooperazione Internazionale" presso l'Università di Roma Tre.

Dal 1987 al 2000 ha militato attivamente nella Lega per i Diritti dei Popoli di Milano, insieme a Sandro Sessa, sostenendo le azioni giudiziarie che hanno poi portato alle sentenze del 6 dicembre 2000 (contro Riveros, Suárez Mason ed altri) e poi (come coordinatore del Comitato delle parti civili) il 14 marzo 2007 alla sentenza contro 5 militari della ESMA. Ha collaborato nel 1994 con l'ANFIM (e Giulia Spizzichino) per ottenere l'estradizione e condannare in Italia Erich Priebke, nazista delle S.S. rifugiatosi in Argentina. Collabora con le "Abuelas de Plaza de Mayo" dal 1984 ed è il Coordinatore della "Rete x l'Identità - Italia" dal 2009. Sempre dal 2009 è il referente di LIBERA International per l'Argentina, collabora con la Fondazione "Basso" ed è Presidente di 24marzo Onlus.

Dal 1987 ha lavorato al Comune di Milano occupandosi dell'organizzazione dei Corsi l'Altro (sulle culture extra-europee) e di corsi sui Diritti Umani (per volontari e operatori del diritto). Poi, dal 1999 al 2002, è stato comandato presso la Commissione Diritti Umani della Presidenza del Consiglio dei Ministri (durante i governi D'Alema ed Amato), e attualmente lavora al Comune di Roma.

Contatti
Cel: 339 28 75 195
E-mail: jorge@24marzo.it

Proc. Pen. 12/06 R.G. Dib.; a carico di Jorge Eduardo ACOSTA + altri (processo ESMA)

"Devo anzi a questo punto, se mi consentite, dire pubblicamente grazie ad una persona che mi ha aiutato enormemente in questo lavoro: Jorge Ithurburu, che ha mantenuto telefonicamente i rapporti con i testi, li ha convinti a venire, li è andati a prendere a Fiumicino quando arrivavano, li ha accompagnati in udienza…

E’ stato un lavoro prezioso, che sento di dover riconoscere pubblicamente, perché lo stesso prezioso lavoro, per me, è stato da lui svolto anche nell'altro processo..."


Dott. Francesco Caporale
in "Requisitoria del Pubblico Ministero"; II° Corte di Assise di Roma

Roma, 28 febbraio 2007