Mostra "Strade dell'Essere" di Marcello Gentili

Messaggio inviato da Giuliano Pisapia

Cari amici,
vi ringrazio per l'invito a partecipare alla vostra iniziativa e mi scuso per non poter essere con voi questa sera. Immagino possiate capire il motivo della mia assenza. Il lavoro febbrile ed entusiasmante di queste ore mi tiene legato a Palazzo Marino.
Voglio però salutare tutti i presenti e gli organizzatori. In particolare ci tengo a esprimere la mia stima all'avvocato e amico Marcello Gentili e a Jorge Ithurburu che con grande sensibilità e coraggio hanno dedicato grossa parte della loro vita alla difesa dei più deboli. La mia storia professionale e umana è segnata dalla stessa passione. La tragedia dei desaparecidos e lo spietato centro di detenzione e tortura dell'Esma, in Argentina, restano una ferita profonda nella storia dell'umanità che è doveroso ricordare anche oggi. Grazie a tutti per il vostro impegno.
Un caro saluto,
Giuliano Pisapia
Sindaco di Milano


Marcello Gentili
Messaggio inviato da Maria Paz Venturelli
(figlia dell'ex sacerdote Omar Venturelli, desaparecido in Cile nel 1973)

Devo ringraziare Jorge per avermi dato la possibilità di esprimere pubblicamente la mia gratitudine a Marcello Gentili.
Parlo a lui in prima persona:
"Non ci sono parole per ringraziarti dell'impegno e della precisione con cui hai seguito il processo sulla scomparsa di mio papà. So che ho avuto l'occasione di incontrarti solo per caso e che l'impegno che dedichi a tutto questo va molto al di là della mia persona, tuttavia voglio ringraziarti ancora profondamente perchè tutto ciò non sarebbe stato possibile senza di te.
Con il tuo lavoro stai cambiando la vita di tanti, che come me non avevano alcuna speranza di ottenere giustizia.
Un sentitissimo grazie!!!!”

Pacita

Messaggio inviato da Chela Ojeda
Angela Maria Aieta(nuora di Angela Maria Aieta, cittadina calabrese desaparecida il 5 agosto 1976 e assassinata all'ESMA)


Gracias Jorge por el envío del retrato de Angela Maria y especiales gracias al Abogado Gentili por honrarnos con esa creación artística.

Mi agradecimiento personal por la deferencia que nos hace en cuanto familia.

Además del reconocimiento por su tarea, tan significativa para los argentinos vinculados a Italia por lazos familiares, de haber llevado adelante la defensa de nuestros familiares italianos secuestrados en la Argentina y por ser un impulsor de la búsqueda de la Justicia.



Graciela Dora Ojeda

Messaggio inviato dalle Nonne di Piazza di Mayo

Las Abuelas de Plaza de Mayo de la República Argentina queremos hacerles llegar nuestro saludo en este día tan especial, en el que en la ciudad de Milán, Italia, se inaugura una exposición de pinturas de un querido amigo, el abogado Marcelo Gentili, a la vez que la presentación del libro “Vidas sin cuerpo”.

Estas expresiones del arte plástico y de la escritura sintetizan el apoyo solidario que siempre nos acompaño desde Italia a través de personas que con su empeño nos protegieron y ampararon.

Sin duda alguna, el abogado Marcelo Gentili ocupa un especial lugar en nuestra historia ya que por muchos años fue el abogado que nos brindó su saber en los juicios que resultaron un ejemplo para la humanidad: la defensa de sus ciudadanos que fueron víctimas de desaparición forzada durante la última dictadura cívico-militar argentina.

Su disposición, sus bondadosos modales, sus valioso tiempo y amistad sostuvieron nuestro ánimo y esperanza. Siempre que lo necesitamos estuvo junto a nosotras, las Abuelas, de este sur de América. Y hoy sigue estando, desde otro lugar de su personalidad: el arte plástico y el escrito.

Hubiéramos deseado estar allá para estrechar sus manos, pero sin duda, y a través de estas palabras recibirá nuestro profundo respeto y admiración junto a una palabra que significa todo: Gracias!


Abuelas de Plaza de Mayo
Virrey Cevallos 592 PB dpto 1
Ciudad Autónoma de Buenos Aires
abuelas@abuelas.org.ar - www.abuelas.org.ar

Messaggio inviato da Vera Vigevani Jarach
Marcello Gentili(cittadina milanese rifugiatasi in Argentina nel 1939 in seguito alle leggi razziali e madre di Franca Jarach, desaparecida a Buenos Aires nel 1976, membro di Madres de Plaza de Mayo - Linea Fundadora)

Auguri per l'inaugurazione della mostra di Marcello a Milano e per il libro.

Spero che tantissimi milanesi vadano a vedere i disegni di Marcello perché merita realmente di essere conosciuto come artista oltre che per tutto il suo impegno come avvocato nella difesa dei Diritti Umani e nella Giustizia; per tutto ció che ha fatto per noi nei processi ai responsabili dei crimini contro l’umanitá commessi dall'ultima dittatura civico-militare argentina, ma anche per i suoi valori umani, spirituali e di espressione nell'arte che fanno di lui un essere eccezionale.
Mi sarebbe piaciuto, come amica, ammiratrice e milanese, essergli vicino nuovamente, e in particolare in questa occasione.

Un abbraccio a Marcello e un grande augurio per questa doppia presentazione."

Vera

Messaggio inviato da Angela Boitano
(Presidente de Familiares de Desaparecidos y Detenidos por Razones Politicas, cittadina italiana residente a Buenos Aires, madre di due giovani desaparecidos: nel 1976 Michelangelo e nel 1977 Adriana)

Caro Jorge,
con gioia nel vedere i nostri cari "desaparecidos" presenti nella vostra memoria e nella ricerca permanente di Giustizia, Memoria, e Verita, salutiamo questo importante evento culturale.
Maria rappresenta per noi la donna che ha trasformato la sua vita di madre in lotta, sentimento che viene trasmesso nel documentario.
Apprezziamo profondamente le significative creazioni del nostro amico, compagno e avvocato Marcello Gentili, che con l´avvocato Maniga ha realizzato i processi svoltisi in Italia, e auguriamo successo al libro "Vite Senza Corpi" curato da te, collaboratore indispensabile in questa lotta.
Un saluto e un ringraziamento al nostro carissimo amico Sandro Sessa della Lega per il diritti dei popoli di Milano.
Vi abbraccio tutti!

Lita

Messaggio inviato da Torcuato Di Tella
"In qualità di Ambasciatore della Repubblica Argentina in Italia auguro alla mostra “Strade dell’Essere” di Marcello Gentili i miei migliori auguri.
Faccio anche i miei vivi complimenti per le iniziative correlate alla mostra, che non fanno altro che sottolineare il messaggio insito nei disegni. L’Avvocato Gentiliè un caro amico dell’Argentina, con innumerevoli battaglie compiute sempre in difesa dei più alti valori di Giustizia, e che ho avuto l’onore e il piacere di conoscere a Roma in occasione del riconoscimento che gli è stato conferito dalla Delegazione delle Associazioni Israelitiche Argentine per il suo impegno in favore dei diritti umani.
Un caro saluto a tutti i presenti."
Torcuato Di Tella
Ambasciatore della Repubblica Argentina in Italia


Vite senza corpi


Ore 19.30

Presentazione del libro:

VITE SENZA CORPI
Memoria, Verità e Giustizia
per i desaparecidos italiani all’ESMA

Edizioni Gorée

Letture recitate dall'attrice
Gianna Colletti


Parole e commenti di alcuni degli Autori:

Marcello Gentili

Giancarlo Maniga

Nicola Brigida

Cristiano Colombi

Jorge Ithurburu


Messaggio inviato da Norma Berti
(cittadina italo-argentina che ha subito lunghi anni di detenzione in Argentina)

"Caro Marcello,
anche questa volta purtroppo non potrò esserci per la esposizione dei tuoi meravigliosi "quadri" (o devo dire giornali?). Ma credo che tu sappia che sono una delle tue più entusiaste e incondizionali fans. A testimoniarlo è il fatto che al momento di scegliere il disegno per la copertina del mio libro non ho avuto dubbi nel eleggere uno dei tuoi intensi e straordinari volti di donne.
Si dice che gli amici siano un dono prezioso. Ma sicuramente lo sono di più quelli amici speciali con cui intraprendiamo strade faticose e obiettivi trascendenti come quello accinto da noi molti anni fa per ottenere giustizia e verità. Sono in queste battaglie dove si forgiano le amicizie indelebili come l'amore o come la bellezza che tu esprimi nella tua opera.
Un abbraccio e un augurio."

Norma
Messaggio inviato da Alessandra Coppola
(giornalista del Corriere della Sera)

Ho avuto modo di seguire il primo processo sui desaparecidos italiani in Argentina all'inizio della mia carriera giornalista: il rigore e la passione di Marcello Gentili sono stati una grande lezione.
Mi dispiace non essere presente ma lo saluto con affetto e profonda stima.


Alessandra Coppola

Messaggio inviato da Francesco Somaini
(Presidente del Circolo "Carlo Rosselli" di Milano)

Ho conosciuto Marcello Gentili quando tre anni fa organizzammo a Milano, come Circolo Carlo Rosselli, una toccante manifestazione con Vera Vigevani Jarach sulle vicende dell'Argentina, sull'esperienza delle mMdres de Plaza de Mayo e sui processi contro gli assassini dell'ESMA.
In quell'occasione, oltre al valore, davvero inestimabile, del grande
impegno personale e professionale di Marcello Gentili per i diritti umani, ebbi modo di venire a conoscenza anche della sua antica militanza partigiana come aderente al movimento di "Giustizia e Libertà", e così pure della sua amicizia con Amelia Rosselli (la grande poetessa, figlia di Carlo Rosselli), di cui Marcello ha tra l'altro avuto modo di realizzare anche un ritratto.
Come presidente del Circolo Rosselli sono dunque molto felice di questa mostra, tra cui appunto si potrà ammirare anche il ritratto della Rosselli, e per questo voglio qui portare un pubblico saluto e un vivissimo augurio all'artista Marcello Gentili per questa esposizione dei suoi disegni e un sentito ringraziamento all'avvocato ed all'uomo per quanto ha fatto e per quanto farà. Grazie davvero.

Francesco Somaini